Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tursi, l'autovelox non è più funzionante. Il Sindaco ci spiega perchè

Sulla SS653 - Sinnica - al chilometro 67 bivio di Tursi, da tempo non è più in funzione il posto fisso dell’autovelox. Da aprile di quest’anno la Prefettura ha comunicato, all’Ente civico amministrato dal Sindaco Salvatore Cosma, di rimuovere le telecamere presenti all’interno della struttura fissa. Pare, ma sembrano voci soltanto di corridoio, che il provvedimento Prefettizio sia arrivato all’indomani di un inciampo in cui è caduto un rappresentante istituzionale di governo che percorrendo, con l’auto di servizio la Sinnica all’altezza del comune materano sia incorso nella solita infrazione amministrativa. In altri termini sia stato beccato dall’autovelox per velocità non consentita. “Circostanza che risponde al falso - chiarisce subito il primo cittadino del Comune tursitano, Salvatore Cosma – la verità è che ogni anno la Polizia stradale è tenuta a rendicontare alla Prefettura l’andamento delle strade comunali in termini di percentuali di eventi sinistrosi consigliando di avvalersi o meno di posti fissi per il controllo delle velocità”. Il percorso stradale interessato dalla relazione della polizia stradale è quello da Rotondella a Valsinni dove, all’epoca, fu ritenuto di impiantare un posto fisso per il controllo della velocità per via di un numero sempre crescenti di incidenti rivelatesi anche mortali”. Il 22 dicembre 2016, poi, il sistema fu sottoposto a delle modifiche per limitare la velocità su un tratto di strada molto insidioso in cui sono presenti due sbocchi, uno di entrata sull'arteria Sinnica e uno di uscita dalla medesima. L’aggiornamento introdotto riusciva a rilevare sia all’andata che nel percorso inverso, velocità del mezzo, è addirittura la presenza o meno della copertura assicurativa. “Abbiamo investito- prosegue Cosma- delle ingenti risorse per effettuare questi aggiornamenti tecnologici voluti dalle nuove leggi in materia”. Ora il sistema è stato disinstallato con diversi oneri e perdite a carico dell’ente comunale. Una risorsa finanziaria notevole che viene a mancare al Comune. “ Vorrei usare“assai”-  sottolinea il Sindaco Cosma- per non spaventare con la cifra esatta” Un avverbio semplice utilizzato solo al Sud per intendere il notevole pregiudizio subito. “Basti pensare – conclude Salvatore Cosma – che il 50 per cento delle risorse veniva dato all’Anas come proprietaria della strada il restante utilizzato dal Comune per il personale, per l’incentivazione ai vigili urbani e altre spese correnti”. Spese comunali dimezzate con un dubbio che fa fatica a dissolversi!

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Banner Marf

Editoriale

La tentazione pigliatutto della sindaca-segretaria. Ma ora lo Statuto dice che deve dimettersi

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Con il primo consiglio comunale parte ufficialmente l’amministrazione a guida...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato