La richiesta al segretario regionale del Pd De Filippo di convocare al più presto il “tavolo del centrosinistra” per rilanciare il confronto sulle scelte prioritarie del Presidente Pittella e della Giunta Regionale nei primi mesi di nuova legislatura è contenuta in un documento approvato dalla direzione regionale di Centro Democratico, allargata a dirigenti ed esponenti locali, che si è riunita a Potenza, presieduta da Pino Bicchielli coordinatore nazionale e commissario di CD per la Basilicata.
“Registriamo – ha detto Bicchielli – una sorta di narcotizzazione del dibattito politico, anche a causa di difficoltà interne al Pd, che è ancor più negativo in una situazione di profonda emergenza sociale, economica, produttiva e occupazionale della Basilicata che richiede il massimo impegno dell’intera coalizione votata dai cittadini per governare la Regione. Il confronto che sollecitiamo, a differenza di quello calendarizzato in Consiglio sulle dichiarazioni programmatiche del Presidente Pittella, deve avere la sede politica naturale, vale a dire il tavolo dei coordinatori e segretari dei partiti del centrosinistra. Non si sottovaluti che bisogna accrescere ogni sforzo per recuperare la fiducia nella politica e superare il trend dell’astensionismo in vista delle nuove consultazioni di primavera”.
Il dirigente nazionale di CD ha sottolineato inoltre che il partito ha già da tempo preso atto del mancato rispetto dell’accordo politico sottoscritto con il Pd, dell’anomala scelta di assessori tutti esterni persino alla Basilicata ed ha rifiutato le concessioni ulteriori, dalla vice presidenza del Consiglio alla presidenza di una commissione consiliare, perché – ha detto – “non siamo di quelli che stanno con il cappello in mano. Siamo però sempre più convinti che il Pd ha bisogno di noi, dell’area moderata e di centro, per affrontare i problemi della società e superare le sfide che il Governo Letta, le compagnie petrolifere, la nuova decisione del Gruppo FCA con ripercussioni sullo stabilimento Fiat di Melfi, hanno lanciato”.
La direzione, attraverso un  ampio dibattito al quale sono intervenuti Nicola Benedetto, Massimo Macchia, Antonio Disanza, Luigi Scaglione, Antonio Autilio ed altri dirigenti, si è occupata delle elezioni amministrative ed europee. A Potenza – è stato sottolineato – il partito sta lavorando da tempo per una candidatura a sindaco e Bicchielli ha rinnovato la proposta di Primarie di coalizione, come in altri Comuni delle province di Potenza e di Matera dove si rinnoveranno sindaci e consigli. Per le Europee il dirigente nazionale di CD ha riferito che è avviato un nuovo percorso politico nell’area di centro moderato e nell’area cattolica riformatrice con Scelta Civica, pezzi significativi e personalità dell’Udc che hanno scelto di stare con il centrosinistra.
Infine è stato deciso di proseguire il radicamento sul territorio con l’apertura di Circoli e l’individuazione di segretari cittadini. La nomina di Nicola Benedetto nell’Ufficio di Presidenza Nazionale con l’incarico di segretario nazionale amministrativo – ha detto Bicchielli – è il riconoscimento per il lavoro svolto da lui e dall’intera classe dirigente lucana del CD che, dopo l’eccezionale risultato del 5% alle regionali, è impegnata nel tesseramento e nelle adesioni a rafforzare la presenza politica.
Per il 21 e il 22 febbraio prossimi sono stati programmati incontri e un’assemblea regionale con la partecipazione dell’on. Bruno Tabacci. 
 

LA FOTONOTIZIAI PIU' LETTITAG POPOLARI

Banner