SENISE - Legàmi di sangue e d’amicizia. Anche questo è l’Avis. “Siamo davvero come una grande famiglia - sostiene Lucia Polito, alla guida della sezione comunale “Rosa Maria Schiraldi” di Senise - da noi l’armonia e la collaborazione sono sempre al primo posto. Qui, infatti, i donatori si sentono utili ed apprezzati per il loro gesto purché sia sentito, consapevole e ponderato”. E proprio per rinsaldare questa relazione che domani pomeriggio si terrà la consueta assemblea annuale che si aprirà alle ore 17.30 presso la sala “L’infinito”. I lavori proseguiranno nella serata, con l’intervento del dott. Antonio Cardinale dirigente dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Matera sul tema “Donazioni, stili di vita e prevenzione delle malattie cardiovascolari”, a seguire la tradizionale cena sociale e la consegna degli attestati di benemerenza a 29 soci fondatori a dimostrazione che i fatti contano più d’ogni altra cosa. In quattordici anni d’attività sono tanti i traguardi che la sezione Avis di Senise ha raggiunto. Dalle 27 donazioni del 2002 si è arrivati a chiudere il 2014 con ben 531. Diverse sono anche le attività di formazione, sensibilizzazione e divulgazione portate avanti che, nel corso degli anni ha collaborato con varie realtà associative, portando l’importante messaggio di solidarietà attraverso manifestazioni sportive, teatrali, enogastronomiche, teatrali e sportive. In questi anni l’Avis sta cambiando - ha concluso Lucia Polito - c’è un’inversione di tendenza, infatti, sono i soci che c’incoraggiano ad andare avanti, ed è proprio questa la nostra forza”.

 

Egidia Bevilacqua 

 

0
0
0
s2sdefault