Il prossimo 27 dicembre, San Costantino Albanese, inaugura il primo presepe vivente in Arbëresh. La storia, i misteri, i segreti di una particolarità natalizia, di una cultura, con una lingua parlata dalla minoranza etno-linguistica albanese d'Italia, raccontata attraverso la rappresentazione della nascita di Gesù. Un evento magico del Natale che oltrepassa i confini naturali per approdare nel territorio di San Costantino Albanese, in provincia di Potenza. Paese Arbëreshë che custodisce riti e tradizioni da molto tempo. Storia e tradizione le protagoniste della prima edizione del Presepe Vivente che si snoda tra le suggestive vie del Centro Storico del paese. Organizzato dalla locale Pro Loco, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, l’evento, come sperimentazione, vuole testimoniare la forte identità Arbëresh del paese lucano, donando, al pubblico forti emozioni storiche, culturali ed eno-gastronomiche in grado di esaltare la tradizione. Ci saranno antichi costumi, quelli autentici, gli antichi mestieri, le tradizioni culturali come la danza Arbëresh, la Valia, danza saltellata, anch’essa, storica con cui si accompagnano gli sposi in chiesa. Evento con obiettivi importanti dal punto di vista storico-culturale. “Certo – sottolinea, Tina Iannibelli, Presidente della locale Pro Loco, raggiunta telefonicamente dalla nostra redazione – attraverso la realizzazione di un presepe vivente, mai organizzato, con l’uso dei nostri costumi si vuole dare vigore alle nostre tradizioni soprattutto nei confronti delle giovani generazioni, testimoni futuri di questa antica realtà”. In prima fila anche l’amministrazione comunale che da tempo promuove un recupero accurato di eventi e manifestazioni storiche di questo piccolo paese 

nell’entroterra lucana sulla linea di demarcazione tra la Lucania e la Calabria. Paese di appena 685 abitanti, chiamato dai suoi cittadini in arbëreshë, Shën Kostandini Arbëresh. “Come amministrazione – precisa Renato Iannibelli, Sindaco di San Costantino Albanese – questo è il primo anno di un appuntamento che patrocineremo anche nei prossimi anni. Come amministrazione vogliamo promuovere e recuperare tutti quegli eventi storici che sembrano dimenticati ma che vanno ricordati. Momenti gioiosi come appunto, come prossima iniziativa quello del nostro storico carnevale”.

Oreste Roberto Lanza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FOTONOTIZIAI PIU' LETTITAG POPOLARI

Banner