Queste sono le domande che abbiamo posto al Presidente Pittella, con l’interrogazione presentata in data odierna, a mezzo della quale chiediamo spiegazioni e soprattutto chiediamo quale strada la Giunta voglia realmente intraprendere a questo proposito. La Regione Basilicata ha disertato l’udienza preliminare, tenutasi il 23 giugno u.s., del processo penale “Fenice”. Trattasi di un’assenza molto grave, in contrasto con il dispositivo della delibera di Giunta n. 1258 del settembre 2012 con la quale si autorizzava la costituzione come parte civile. Per una mera questione tecnica e per “fortuna” dei cittadini lucani la prima udienza è stata posticipata al 3 novembre: in quella data verificheremo se la volontà di “non fare sconti a nessuno”, annunciata ad altissima voce dal Presidente rivoluzionario, resterà esclusivamente una mera promessa oppure se alle parole seguiranno i fatti. Chiaramente quanto accaduto il 23 giugno è grave, non è possibile far finta di nulla e Pittella deve dirci chiaramente cosa è accaduto e chi è il responsabile di tutto ciò. 

 

0
0
0
s2sdefault