Il presente comunicato, rivolto ai soci del circolo Pd di Senise, esorta ad una presa di coscienza sulla conduzione della segreteria del PD. Dal congresso ad oggi il PD è totalmente assente come soggetto collettivo in quanto le prese di posizioni sono state individuali e strumentalizzate: un operato del segretario poco limpido e difficilmente controllabile dai soci del circolo e dal direttivo stesso. Ogniqualvolta si è presentata la necessità di un confronto politico il segretario ha colto l’occasione per trasformare la diversità di pensiero (sale della politica) in faziosità e polemica da basso borgo, con attacchi anche personali (tipici da Prima Repubblica) verso chi democraticamente esprime le proprie idee. Nei suoi interventi, in diverse occasioni, ha dimostrato mancanza di rispetto e sensibilità verso le Istituzioni, i cittadini ed i soci del circolo, facendo delle sue “uscite” dei veri e propri comizi elettorali contro il Sindaco e l’amministrazione comunale, che, a differenza di quanto impropriamente il segretario afferma, sono espressione PD. Nulla di tutto questo è utile a far compiere al PD di Senise i passi avanti necessari a superare una fase già critica della propria vita ed a rimettersi in sintonia con elettori, militanti e simpatizzanti. Il segretario non esprime una chiara identità politica: il PD che ha in mente non ha la minima capacità attrattiva, non ha dialogo proficuo con le organizzazioni civiche, non ha idee e proposte innovative, ed anzi rischia di essere respingente per quanti nella nostra comunità abbiano voglia di esercitare passione politica, civica e sociale. L'unico obiettivo del segretario cittadino, invece, è alimentare contrapposizioni e conflitti interni, che fanno solo il gioco delle opposizioni. Allora, così come dimostrano i recenti sviluppi all’interno della ormai “ex maggioranza” del direttivo, farebbe bene a passare la mano per consentire di sintonizzare il Partito Democratico su principi e modalità operative che il segretario non può comprendere ed attivare per manifesta incapacità politica, assoluta carenza di spirito costruttivo e di coordinamento, ed una confusione del proprio “ruolo” (è convinta di essere rappresentante del popolo di Senise quando invece è semplicemente rappresentante di un partito). Mi auguro che si ritrovi la dialettica politica depurata da cadute di stile che sicuramente danneggiano l’immagine del nostro partito. Come afferma il neo segretario regionale Antonio Luongo “la nostra missione è convincere i cittadini che il loro destino è il destino del PD”.

 

FILOMENA IANNOTTA

Comitato Direttivo PD - Sezione di Senise

 

LA FOTONOTIZIAI PIU' LETTITAG POPOLARI

Banner