“Il Comune di Senise negli ultimi dieci anni ha prestato particolare attenzione alle politiche ambientali tanto da ottenere nel 2014 il riconoscimento della certificazione ambientale in base alle norme del reg. EMAS ISO 14001 e S.A. 8000 grazie alle buone pratiche messe in campo nel rispetto delle politiche ambientali.” Lo afferma il sindaco di Senise, Giuseppe Castronuovo, che si candida alla carica di consigliere comunale nella lista “Alleanza Democratica per Senise” alle prossime amministrative dell’11 giugno. Il sindaco ha predisposto per mercoledì 7 giugno, alle ore 21.00 in piazza Vittorio Emanuele, il resoconto del suo duplice mandato a primo cittadino, con l’ausilio di un filmato e con la documentazione di quanto realizzato sotto la sua guida. Nel frattempo dà alcune anticipazioni circa quanto realizzato nel settore ambientale e dell’efficientamento energetico.

“Negli anni in cui ho amministrato da primo cittadino –spiega Castronuovo- il comune di Senise ha avviato con coraggio nel 2010 la raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema Porta a Porta raggiungendo nel 2016 il traguardo del 66% di raccolta differenziata, percentuale che ci annovera tra i comuni Ricicloni, ma soprattutto tra il settembre del 2016 ad oggi di raggiungere una media mensile pari al 80%, che soltanto pochissimi comuni sia regionali che nazionali possono vantare; ha realizzato sui principali edifici pubblici, impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili come il fotovoltaico e il solare termico, (piscina comunale, campo sportivo, scuola media, casa comunale; ha sostituito vecchie caldaie con caldaie di ultima generazione ad alto rendimento energetico (piscina comunale, scuola elementare plesso Centrale, asilo nido ed è in corso di sostituzione anche l'impianto caldaia della scuola Nicola Sole plesso S. Pietro); ha provveduto in diverse scuole alla sostituzione al fine di garantire un miglior efficientamento energetico alla sostituzione di tutti gli infissi interni ed esterni con infissi a miglior taglio termico; sta provvedendo in questi giorni sia sull'impianto di pubblica illuminazione che in tutti gli edifici comunali alla sostituzione di lampade tradizionali con quelle a basso consumo energetico.

E' da questa coscienza ambientale maturata in questi anni –prosegue in sindaco- che nasce l'idea di realizzare un Parco Tecnologico sulle fonti energetiche alternative che punti ad essere un centro di educazione ambientale di alto livello per l'intera area. Il Parco tecnologico si andrebbe ottimamente ad integrare con il museo didattico SCIENCE CENTRE sul tema della risorsa idrica, presente in un fabbricato in stretta adiacenza all'area interessata dalla realizzazione del Parco Tecnologico e rappresenterebbe una ottima integrazione dell'offerta turistica del territorio.

L'idea progettuale è quella di realizzare un Parco divertimento in ambito cittadino, che attraverso il gioco e l'osservazione educhi i giovani e meno giovani alle politiche ambientali. Il Parco, sarà realizzato in ambito urbano in località Fosso Spaccone, all'ingresso Orientale della cittadina, in un area che nel passato ha rappresentato una zona abbandonata con un notevole degrado ambientale, e che oggi rappresenta una area a verde in parte recuperata, ma che ancora richiede degli interventi di consolidamento e di riqualificazione ambientale. Il progetto da realizzare prevede il recupero completo dell'area come momento di riqualificazione urbana e luogo di socializzazione e di aggregazione culturale mirato in particolare ai temi ambientali. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso, lungo il quale l'itinerario di divertimento sarà costituito dalla realizzazione di manufatti che raccontano la storia del nostro prodotto tipico il Peperone di Senise a IGP. Lungo l'itinerario di divertimento, la realizzazione di piccoli impianti di produzione di energia alternativa garantirà l'autosufficienza energetica necessaria per la gestione dell'intero Parco. Gli impianti da realizzare saranno quello eolico, fotovoltaico, solare termico, geotermico e idroelettrico. Particolare attenzione sarà rivolta al tema della riduzione dei consumi energetici, attraverso la realizzazione di modellini o prototipi custoditi in casette realizzate con blocchetti di paglia e terra (ciucioli) disposte lungo il percorso. In particolare la produzione di energia idroelettrica sarà effettuata mediante l'utilizzo dell'acqua che si raccoglie nei pozzi drenanti realizzati a consolidamento dell'abitato dopo la frana di collina Timponi. Attualmente l'acqua di falda in esubero raccolta dalla rete di pozzi defluisce naturalmente in alveo del torrente Serrapotamo senza nessun utilizzo, con grave spreco di questa pregiata risorsa.

Gli obiettivi da raggiungere con questo progetto sono molteplici: completare il recupero dell'area riqualificandola in chiave urbana, realizzare un Parco Tecnologico Urbano sulle Fonti Energetiche Alternative, produrre Energia Pulita nel rispetto dell'Ambiente, realizzare un Parco Tecnologico con fini didattici per educare le nuove generazioni alla produzione e utilizzazione di energia pulita proveniente da fonti rinnovabili e all'utilizzo di comportamenti e tecnologie che ci consentono di ridurre i consumi energetici. Il Parco Tecnologico rappresenterà una nuova offerta turistica e una ottima occasione di occupazione giovanile con un alto profilo professionale.

Le macro attività del progetto saranno incentrate sulla didattica di alto profilo professionale (ingegneri, naturalisti) sulle fonti energetiche alternative, sulle tematiche ambientali e sull’attività turistica.

Nella fase di progettazione sarà realizzata una cooperazione con il CNR di Potenza, mentre la gestione successiva sarà affidata mediante procedura di gara ad una Associazione Ambientale.”

Candidato a sindaco
Luigi Le Rose

Candidati consiglieri:
Abiusi Walter Humberto, Addolorato Francesco, Amendolara Filomena, Castronuovo Giuseppe, Lauria Felicia, Lista Gaspare, Palermo Rosario, Ponzio Giuseppe, Roseti Domenica, Sassano Francesco, Uccelli Giuseppe, Anzilotta Angela Rita.

0
0
0
s2sdefault