Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Emergenza ambientale in Basilicata, appello di cittadini e associazioni di Pisticci e Marconia

La questione ambientale in Basilicata si fa sempre più drammatica. Parlare di emergenza è molto riduttivo. Dopo la questione di Tempa Rossa le inchieste sui traffici di rifiuti pericolosi dal Centro Oli di Viggiano a Tecnoparco, gli sversamenti e perdite nel lago del Pertusillo, il coinvolgimento nelle inchieste giudiziarie di aziende la cui attività ricade sul territorio comunale di Pisticci, le comunità lucane del posto cominciano a interrogarsi e in alcuni casi a mobilitarsi. Le comunità di  Pisticci e Marconia tramite le associazioni del posto   Mamme Attive Marconia,Emanuele1172, Agata, Volontari contro il cancro,Art Factory, Ligustrum LeuC , Ass.Cult Socio Educativa per Minori, FIDAPA UNITRE,Associazione Arte e Musica Marcello SassoneAzione Cattolica Parrocchiale Adulti Marconia ,Terra Mia Agap, hanno preso carta e penna e indirizzato una missiva al vetriolo al Sindaco del comune pisticcese, Viviana Verri, e al proprio Assessore all’Ambiente ,Dr. Salvatore De Angelis, al Presidente della Giunta Regionale di Basilicata , Marcello Pittella e all’assessore regionale all’Ambiente,Francesco Pietrantuono per conoscere nell’immediato a che punto è la procedura di avvio della bonifica sito SIN Valbasento e quali azioni sono state messe in campo per accelerare il processo. Ma le domande si fanno più specifiche e pressanti. “Come mai – si legge nelle richieste inoltrate dalle associazioni del posto ai rappresentanti istituzionali locali e regionali- non è stata convocata la Conferenza dei Servizi per il rinnovo dell’Autorizzazione di Impatto Ambientale (AIA) di Tecnoparco e quale misure di monitoraggio sono state messe in campo per vigilare sulle aziende aforte impatto ambientale presenti in Valbasento?” Èal Comune di Pisticci e al suo primo cittadino che le associazioni rivolgono le contestazioni e le domande più spinose.“In relazione alla vicenda dello sversamento di petrolio nel COVA di Viggiano e delle conseguenze ricadenti sulla salubrità delle falde acquifere- sottolineano le Associazioni del posto-  quali azioni ha intrapreso o intende intraprendere l’amministrazione comunale di Pisticci al fine di individuare le responsabilità degli enti coinvolti e di tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini?” La questione annosa e irrisolta dell’inquinamento ambientale pare diventare con il passare delle ore problema politico ma soprattutto sociale provocando instabilità econdizionando la qualità della vita delle comunità interessate. A questo, fanno sapere le stesse associazioni interessate, si aggiunge un’informazione frammentaria che rende difficile comprendere le reali dinamiche, gli sviluppi e le ricadute di tali avvenimenti.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenta l'articolo

 

Banner Marf

Editoriale

La tentazione pigliatutto della sindaca-segretaria. Ma ora lo Statuto dice che deve dimettersi

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Con il primo consiglio comunale parte ufficialmente l’amministrazione a guida...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato