Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Assemblea CIA Metapontino, Nicola Serio nuovo Presidente di zona

Nicola Serio è stato eletto nuovo Presidente della Cia Metapontino e subentra a Dino Persiani che ha concluso il suo secondo mandato. vice-Presidente Quinto Graziano Antonio (giovane imprenditore agricolo). L’assembla congressuale - si legge in una nota della Cia - è stata l’occasione per affrontare temi importanti nell'area per il potenziale produttivo ed economico, da qualche anno messo a dura prova da crisi di mercato, crisi idrica, ritardi burocratici, problemi di sicurezza. E a proposito di carenza idrica è stato ripreso l’allarme lanciato dall’Anbi (Associazione nazionale bonifiche ed impianti irrigui): in questo primo scorcio del 2018 in Basilicata possiamo contare su 195,5 milioni di metri cubi contro 370,88 di un anno fa. Gli impegni della Cia ribaditi da Serio: ripartire dagli agricoltori, fare rete, aggregare prodotto e puntare su qualita' in una Regione dove il vero potenziale economico non e' il petrolio, ma l'agricoltura. La CIA del Metapontino sotto il profilo ambientale vuole presidiare non solo i territori, ma anche i tavoli della trasparenza e quelli di ripartizione dei fondi di compensazione ambientale per un corretto uso delle risorse, partendo da monitoraggio, diffusione dei dati e certificazioni reali. Per i dirigenti CIA le stesse aziende possono candidarsi a "termometro biologico", in particolare produttori di miele e formaggi , api e pascoli sono il migliore indicatore. Attenzione anche per Matera2019 e sul tema infrastrutture per movimento di persone e merci. Il Metapontino è una delle “porte naturali” di collegamento tra Europa e Bacino del Mediterraneo ed è l’area agricola che in Basilicata ha più bisogno di manodopera. Per questo insieme a politiche di inclusione degli immigrati diventa strategico creare intorno al porto di Taranto un sistema logistico basato su una rete di infrastrutture specializzate; tra queste una piattaforma da realizzare a Ferrandina dedicata all’agroalimentare al fine di valorizzare le risorse e le potenzialità delle due regioni Puglia e Basilicata verso i mercati del Medio Oriente. “Il cambio di marcia è possibile – commenta Nicola Serio, presidente Cia – in quanto oggi più che in passato il territorio è diventato un luogo dove si consolidano multifunzionalità e multidimensionalità delle attività economiche, attraverso l’intreccio tra soggetti e processi sociali, culturali e produttivi dalle origini anche lontane. Di qui prende spunto il progetto economico della CIA in Basilicata, attraverso la crescita dell’associazionismo. Puntiamo in sostanza a recuperare a valore la forza identitaria delle nostre comunità rurali che sono depositarie di cultura, storia, tradizioni, custodi di saperi, professionalità. Favorire lo sviluppo locale – continua – è la nostra missione”.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione