Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

'In Basilicata nessun deposito di scorie radioattive'. Il sindaco di Scanzano con Marrese

Non è stato ancora pubblicato la CNAPI, la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee, in cui saranno indicate le aree destinate ad ospitare un deposito centralizzato di superficie per le scorie radioattive. Qualche giorno fa il Sindaco di Montalbano Jonico, Piero Marrese, aveva dichiarato, a voce alta: “la scelta del Deposito nazionale deve escludere tutta la Basilicata. Una delle regioni in cui l'agricoltura in primis e, poi, il turismo rivestono un ruolo preminente a livello economico. L’unicità del nostro mare, la bellezza e la conseguente fragilità delle aree naturali presenti su tutto il territorio regionale, insieme all’eccellenza dei nostri prodotti ortofrutticoli, rappresentano una risorsa preziosa da tutelare e preservare ad ogni costo. La nostra è una regione che non può permettersi il lusso di ammortizzare problematiche nazionali che, inevitabilmente, andrebbero a penalizzare uno sviluppo economico già lento”.

La possibilità che il Governo individui, ancora una volta, la Lucania tra le aree potenzialmente idonee per un deposito nucleare con il passare del tempo si fa più concreta. Al primo cittadino di Montalbano gli fa sponda Raffaello Ripoli, Sindaco di Scanzano Jonico, città questa che nel 2003, affrontò con una grossa vicinanza della politica regionale e la compattezza della propria comunità questo gravissimo problema. “Voglio subito dire – esordisce il primo cittadino di Scanzano Ripoli -di essere totalmente d'accordo su quanto dichiarato dal collega di Montalbano Jonico, Piero Marrese. Voglio anche fare una premessa dicendo che da notizie informali ma da verificare, Scanzano Jonico non è stato inserito nell'elenco della carta”. Pare non avere le caratteristiche tecniche.

“Va detto che la Lucania – continua Raffaello Ripoli- a livello orografico e tecnico non ha siti idonei relativamente ai criteri adottati per individuare depositi per questo tipo di scorie” Vero è che se le voci e le sensazioni dovessero trasformarsi in atti concreti la reazione probabilmente sarebbe veemente. “Sicuramente le modalità – precisa il primo cittadino di Scanzano Jonico, Ripoli – sarebbero quelle del 2003. Nel senso che la politica istituzionale regionale, provinciale e comunale fu compatta. Importante è non disunirsi e viaggiare tutti nella stessa direzione. Certo in quella occasione la politica fece veramente la propria parte, ma va ricordato che il protagonista principale fu il popolo, la comunità di Scanzano. La questione che si ripropone dopo tanti anni porta con se molta esperienza e conoscenza. Questo ci avvantaggia di molto – chiarisce– perché conosciamo i connotati e le specificità della questione. Come dire oggi siamo già un passo in avanti”.
Proprio l'esperienza e la conoscenza della questione da parte del Comune di Scanzano può offrire consigli alla comunità di Montalbano Jonico che in questo momento pare avvertire una velata minaccia sull'annosa questione dei depositi di scorie radioattive. “Quello che posso consigliare al Collega Marrese -conclude Ripoli– è di contattare immediatamente dalla presidenza regionale in giù, tutta la rappresentanza politica istituzionale lucana. Sedersi intorno a un tavolo con tutte le associazioni ambientaliste e di difesa del territorio e organizzare una grande manifestazione di piazza con modalità e tempi giusti. Innanzitutto compattare la politica ma informare e istruire le coscienze del popolo interessato dal problema”.
Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione