Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Capodanno 2018 a Venosa. Il comitato Meta-Siris non ci sta

 

Capodanno, la Regione vota Venosa per il 2018. Nell’ultima seduta, il Consiglio Regionale ha approvato una mozione, presentata dal consigliere ed ex Presidente del Consiglio regionale Francesco Mollica, sul Capodanno Rai. Il consigliere Mollica con la mozione chiedeva di impegnare il Presidente e la Giunta della Regione Basilicata “a confermare il calendario già programmato che prevede lo svolgimento dell’evento a Venosa nel dicembre 2018 e a Matera nel dicembre 2019 e a rinnovare per un altro anno, così come previsto all’art. 3, il Protocollo d’Intesa sottoscritto con RaiCom Spa, al fine di consentire anche all’area del Metapontino di essere sede di tale iniziativa”.

“Solo restando uniti- ha sottolineato Mollica-  ed abbandonando sterili lotte tra campanili potrà costruire visioni di futuro e di avvenire positive e di crescita per l’intera Regione se da un lato è certamente legittima l’aspirazione di tutti i territori ad essere parte attiva e protagonisti di tali iniziative, dall’altro non si può e non si devono svilire gli investimenti e le programmazioni anche economico finanziarie già effettuate dai Comuni fino ad oggi indicati quali sedi degli eventi, oltre che le aspettative delle intere comunità”. Ma le contestazioni non si sono fatte attendere dopo la richiesta che era stata inoltrata da diverse associazioni e comitati del metapontino in particolare dal Comitato Meta –Siris per il Capodanno Rai nel Metapontino-Pollino. Infatti agli inizi di maggio, il Presidente del comitato, Vincenzo Montagna, aveva inoltrato al Presidente della Giunta regionale lucana, Marcello Pittella, una precisa e circostanziata comunicazione motivando la esplicita richiesta affinché la manifestazione “l’Anno che Verrà” 2018 si svolgesse nel territorio del metapontino.

La massima assise regionale approvando la mozione di Mollica si è impegnata a chiedere una proroga concedendo al metapontino la manifestazione di fine anno per il 2020. Cioè dopo la fine di Matera 2019.“La mozione del Consiglio Regionale non ci soddisfa – precisa subito Vincenzo Montagna, Presidente del comitato Meta-Siris – e ci vede fortemente contrariati per la mozione approvata il 30 maggio , dal Consiglio Regionale di Basilicata, che nega all’area del Metapontino-Pollino la possibilità di essere sede dei festeggiamenti del Capodanno Rai del 31 dicembre 2018”.Una proposta che pare svuotare di ogni senso il senso dell’iniziativa intrapresa dal nostro comitato. “Esatto- continua un contrariato Vincenzo Montagna- perché l’iniziativa è anche sostenuta formalmente da tutti i sindaci dell’area e numerosi attori politici, nonché rappresentanti di Pro Loco, associazioni culturali e di categoria sia del Metapontino che del Pollino.
Una proposta, fondata sui dati turistici del metapontino, più del 50% dell’intera Regione Basilicata, intende guardare al Capodanno 2018 come opportunità per mettere in vetrina il territorio in vista dell’evento di Matera 2019, e cioè per far emergere il metapontino come possibile “porta per Matera”, area di potenziale ricettività turistica da valorizzare in vista dell’evento, affinché non sia esclusivamente la Puglia il punto di approdo del richiamo turistico della Capitale della Cultura”. Un Capodanno nel 2020 che suonerebbe come una beffa in questo senso. “È Cosi. Stupisce – aggiunge Montagna - peraltro, che si sia chiamato in causa un organismo, il Consiglio Regionale, che per le scorse edizioni mai è stato chiamato a pronunciarsi in tal senso. Vogliamo sperare che l’azione non sia stata fatta passare come una mediazione per noi positiva. Al contrario, siamo estremamente delusi dal provvedimento. Non ci siamo messi in gioco per il Capodanno in quanto tale, ma perché un’azione di promozione turistica, come definita la convenzione con Rai.Com nella Delibera di Giunta Regionale del dicembre 2015, non uscisse dalla propria logica di investimento escludendo proprio l’area più vocata al turismo”. A questo il Presidente del comitato MetaSiris si appella nuovamente alle istituzioni regionale perché ci sia un cambio di rotta. “ Ci appelliamo – conclude Vincenzo Montagna-  al buon senso del Presidente della Regione e della sua Giunta, affinché la decisione di finanziare gli eventi per la promozione turistica venga mantenuta nell’alveo della legittimità, dell’equità e dell’equilibrio territoriale, localizzando l’evento del 31 dicembre 2018 nell’area del Metapontino-Pollino che in maniera naturale si collega alla Città di Matera”.

Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione