È diventato ormai un continuo stop & go quello del bonus carburante destinato ai cittadini lucani grazie alla famosa card. Ma ora la situazione sembra esser arrivata a soluzione positiva. Solo pochi giorni fa i soliti veneti spiegavano che i fondi destinati alla card carburante dei lucani toccavano anche a loro per la storia dei rigassifcatori. E su questa base il Tar del Lazio aveva bloccato il meccanismo che permetteva lo sblocco di ulteriori fondi per ricaricare la card nelle tasche dei patentati lucani. Oggi, però, arriva l’annuncio dei parlamentari lucani del Pdl secondo il quale la questione sarebbe risolta. In una nota diffusa dall’ufficio stampa del partito, infatti, si legge chiaramente che “il bonus benzina torna ad essere a disposizione di tutti i cittadini lucani e che nei prossimi giorni, sarà erogata sulle card benzina l’attesa annualità corrispondente al 2010”.  L’annuncio è arrivato da Guido Viceconte, Vincenzo Taddei e Cosimo Latronico, che con soddisfazione hanno spiegato l’accaduto. “Il Consiglio di Stato – dichiarano i parlamentari del Pdl – ha tenuto in considerazione e valutato positivamente l’istanza di ricorso presentata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Molise contro la sentenza del Tar del Lazio. Sentenza, che ricordiamo, aveva di fatto bloccato l’erogazione delle somme a disposizione del Ministero destinate alla ricarica delle card. Siamo senz’altro soddisfatti del giudizio positivo espresso dal Consiglio di Stato che ha ritenuto doveroso sospendere l’esecutività della sentenza del Tar ma in parte – concludono Viceconte, Taddei e Latronico – siamo anche rammaricati dell’atteggiamento tenuto dalla Regione Basilicata e dalla giunta regionale di centrosinistra che si sono assolutamente disinteressate alla vicenda e anzi hanno “gufato” su questa decisione per bassi interessi di bottega. Il ricorso infatti, è bene ricordarlo, è stato presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla sola Regione Molise: un atteggiamento che per l’ennesima volta dimostra quanto gli interessi dei cittadini lucani siano poco tutelati da chi, per funzione pubblica e per dovere morale, dovrebbe invece difenderli strenuamente. Sull’argomento e per esporre con maggiori dettagli la sentenza del Consiglio di Stato i parlamentari lucani e i consiglieri regionali del PdL terranno una conferenza stampa il prossimo lunedì mattina, alle ore 11, presso la sede coordinamento regionale del partito a Potenza.”

0
0
0
s2sdefault