Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

‘Mimprendo per il mio territorio’. A Castelluccio Inferiore, progetto per alternanza scuola-lavoro

Si chiama "MIMPRENDO per il mio territorio" ed è il progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dall'Associazione Pro Loco di Castelluccio Inferiore. Nato dalla collaborazione con il dirigente ed i docenti del Liceo Scientifico e umanistico di Lagonegro e l'Amministrazione Comunale. Progetto voluto dalla dalla dottoressa Lidia Forestiero, Psicologa del Lavoro, referente dei progetti confindustriali di Alternanza scuola- lavoro per alcune scuole di Padova e provincia. L’obiettivo è quello di valorizzare e tutelare i beni dell’intera comunità castelluccese. Progetto ambizioso che ha trovato subito la disponibilità dell’Amministrazione civica. “È un progetto – sottolinea il Sindaco Campanella-nuovo e importanza per la nostra comunità su cui l’intera amministrazione comunale porrà il dovuto impegno”

Un progetto che vuole investire nella creatività e nelle competenze dei giovani per far conoscere il loro territorio di appartenenza consentendo agli stessi di promuoverlo. Un’idea progettuale che si rivolge agli studenti delle classi terze e quarte delle scuole superiori, classi in cui è obbligatoria l’alternanza con un programma articolato in moduli per permettere agli studenti di allenare diverse competenze e approfondire conoscenze che toccano diversi settori disciplinari. Un’idea che consente ai ragazzi non solo di fare le ore di alternanza previste dalla riforma, ma anche di conoscere il territorio, investire la propria creatività per migliorarlo e allenare alcune delle competenze richieste dal mondo del lavoro oggi. Tutto nasce dalla voglia di conoscere il territorio e l’intero patrimonio culturale.

“Abbiamo deciso di realizzare questa idea – precisa Alfredo Forastieri, Presidente della Pro Loco di Castelluccio Inferiore – perché è necessario acquisire quante notizie è più possibile sul nostro patrimonio culturale. Per fare questo abbiamo pensato di utilizzare la famigerata legge dell’alternanza scuola–lavoro. Alla fine verrà fuori un prodotto sia digitale che cartaceo. Un progetto veramente innovativo. L’idea ha anticipato i tempi. Infatti non più tardi di una settimana fa il Miur e Pro Loco insieme hanno dato l’avvio a iniziative comuni rivolte al mondo della scuola. Al centro le azioni per la trasmissione intergenerazionale di sapere e conoscenze alla base dei patrimoni culturali immateriali” Questi ragazzi partecipanti al progetto avranno un tutor d’eccezione, quale lo storico Giuseppe Pitillo che li guiderà nella conoscenza della storia locale. Tempi di realizzazione probabilmente entro la fine dell’anno.” Intanto –conclude il Presidente della Pro Loco, Alfredo Forastieri - abbiamo già somministrato il questionario on-line e qualche giorno fa abbiamo tenuto la prima lezione”. Un patrimonio culturale importante che i ragazzi potranno così, al termine del proprio percorso formativo teorico-pratico, raccontare agli altri.


Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il presepe è una rappresentazione sacra non un simbolo della tradizione

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

In questa nostra Italia litigiosa anche i segni della fede...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione