Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Teana ordinanza sul volantinaggio selvaggio. Il Sindaco, non sono contro il volantinaggio

A Teana, grazioso borgo della valle del Serrapotamo tiene banco la questione del volantinaggio, che nell’ultimo periodo è diventata una situazione insostenibile. Gli amministratori corrono ai ripari. Il loro obiettivo è quello di ripristinare il decoro urbano. Da qui l’ordinanza firmata dal sindaco, Vincenzo Fiorenza, che ci tiene a ribadire che lui non è contro il volantinaggio, ma è contro un uso indiscriminato della distribuzione di volantini e depliant pubblicitari. «Situazione intollerabile – dice il primo cittadino di Teana Fiorenza - che ci ha indotti ad emanare ordinanza sindacale per la regolamentazione della distribuzione del materiale pubblicitario. Comprendiamo l'importanza della pubblicità ma questa non deve andare a discapito dell'ambiente. Il volantinaggio selvaggio va fermato e quindi da oggi a Teana è vietata l'affissione di manifesti sui pali dell’illuminazione pubblica, sui pali della segnaletica stradale, sugli alberi, sui muri delle abitazioni private o comunque su strutture murali non regolarmente autorizzate. Lo stesso vale per volantini, dépliant, manifesti, opuscoli pubblicitari o altro materiale pubblicitario che non potranno più essere lasciati sotto le porte di accesso, sugli usci, sulle ringhiere, sui gradini delle scale esterne delle abitazioni private, sui tubi pluviali, sui parabrezza dei veicoli o abbandonati sulle strade e sui marciapiedi. Il modo corretto per distribuire volantini a Teana è solo quello del “deposito nella cassetta della posta o con consegna direttamente a mano nelle abitazioni private, all’interno dei locali pubblici e delle attività commerciali”. Per chi non rispetta l'ordinanza, scattano multe salate, da 25 euro fino ad un massimo di 500 euro. Basterà che i volantini pubblicitari vengano rinvenuti su suolo pubblico per perseguire i responsabili materiali della violazione incaricati della distribuzione del materiale pubblicitario e l’obbligato solidale che è l'intestatario della pubblicità. I Carabinieri di Chiaromonte e le altre Forze dell’Ordine sono incaricati della vigilanza circa il rispetto delle nuove regole».

Claudio Sole

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione