Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

L’ex-convento San Francesco sarà il Palazzo della Cultura e della Legalità ‘Falcone e Borsellino’

Da ex- convento San Francesco a Palazzo della Cultura e della Legalità intitolato a Falcone e Borsellino. È questo il passaggio di destinazione e di intitolazione del monumento storico-architettonico più importante di Senise, deciso dalla giunta comunale dell’amministrazione guidata da Rossella Spagnuolo. 
L’edificio storico, risalente nella sua struttura principale alla fondazione stessa dell’attuale nucleo abitato di Senise, fu destinato a convento per i frati francescani conventuali in seguito alla donazione di Margherita Sanseverino intorno al 1300. Nel corso dei secoli ha avuto diverse vicissitudini, in particolare in epoca moderna, dopo la soppressione degli ordini religiosi, essendo destinato a casa comunale e a sede scolastica.
La decisione dell’amministrazione comunale giunge a conclusione di un lungo iter progettuale  di recupero dell'edificio iniziato negli anni’90 e proseguito con la riqualificazione di una cospicua parte dell’edificio, iniziata già dopo il 2002 e proseguita negli anni con il recupero di tutta l’ala est dell’ex convento, del chiostro, delle aule che lo circondano e delle due grandi sale, adibite in tempi diversi a sala consiliare, per un costo totale di circa 1 mln e 800 mila euro.
Rimane da recuperare strutturalmente buona parte dell’edificio. L’area più antica, composta dalla cosiddetta area San Giovanni, l’antico palazzo baronale che costituisce il primo nucleo del complesso, un tempo adibito ad archivio comunale, e tutta l’ala sud-occidentale del primo piano. Un’operazione che porterebbe al recupero di un edificio capace di costituire un contenitore culturale di grande valore.
Ciò che è stato fin qui recuperato, a cui va aggiunta la suggestiva piazzetta San Francesco con l’abside della chiesa omonima, si avvia ora all’utilizzo a cui fin dall’inizio era destinato, cioè a contenitore culturale a cui la giunta Spagnuolo ha aggiunto l’aspetto della promozione della legalità, intitolando il Palazzo alle figure dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
“Palazzo San Francesco, nel nostro programma, è il fulcro della vita associativa della nostra comunità –dice il sindaco Rossella Spagnuolo- e intendiamo farne luogo di fruizione e di ritrovo dei nostri giovani. Sarà aperta la Biblioteca Comunale, sarà ripristinato il Museo Rocco Anzilotta e sarà messo in funzione il Museo dell'acqua che, pur non essendo mai messo partito, necessita di adeguamento dei software. L'importanza storica del Palazzo, con le sue architetture e affreschi, sarà da cornice alle attività, garantendo anche una fruizione turistica. Nel Palazzo ci sarà la sede ufficiale della Pro Loco e una spazio che sarà adibito a sede per iscrizioni ed esami dell’università telematica Pegaso. Abbiamo presentato un progetto per riqualificare la rimanente area e delocalizzeremo lì uffici di rappresentanza del Comune e della Polizia Municipale. Sarà dotato di Wi-Fi gratuito.” 
Circa l’intitolazione ai due magistrati il sindaco cita uno dei messaggio che Falcone ha lasciato ai giovani: "gli uomini passano, le Idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini".
“Questi due grandi eroi della legalità –conclude Spagnuolo- sono oggi simbolo di forza e coraggio, e rimangono un esempio per tutte le generazioni. ‘Legalità e Cultura’ riteniamo sia il binomio perfetto per i giovani della nostra comunità, e il nostro gesto vuole essere anche un ricordo di tutte le vittime di mafia”.
L’inaugurazione della struttura si terrà nella prima decade di Aprile, con il patrocinio della Regione Basilicata. Sarà presente la sorella del giudice ucciso dalla mafia, Maria Falcone.

Francesco Addolorato

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione