E' morto a Firenze, all'età di 74 anni, il musicista, poeta e artista lucano Antonio Infantino, leader storico de "I Tarantolati di Tricarico", gruppo di musica popolare e tradizionale. Lo si è appreso a Potenza. Nato "a Sabaudia nel 1944, vive e cresce - è scritto nella biografia della sua pagina facebook - a Tricarico, cittadina in provincia di Matera. Qui si radica in lui quel profondo attaccamento ai valori ed alle sonorità della vita tradizionale e rurale che da sempre lo accompagnano nel suo peregrinare". Laureato in Architettura, "nel '75 fonda i Tarantolati di Tricarico" (di cui comunque negli ultimi anni non ha più fatto parte) i quali "propongono una ricomposizione di canti popolari tradizionali, oltre a canti composti dallo stesso Infantino su ispirazione popolare".

Il cordoglio di Pittella sulla scomparsa di Infantino:

"Esprimo cordoglio e tristezza per la scomparsa del grande artista e poeta Antonio Infantino che pur se in giro per il mondo ha sempre tenuto vive le nostre culture e tradizioni. Da bambino a Tricarico aveva conosciuto Rocco Scotellaro e poi la sua arte era stata condivisa con Dario Fo e celebrata da Fernanda Pivano. Sarebbe lungo elencare le sue innumerevoli collaborazioni di prestigio. Resta il dovere del ricordo di un intellettuale illustre che attraverso le nostre istituzioni pubbliche merita di essere riproposto alle giovani generazioni lucane in modo che ne traggano ispirazione artistica ed esempio." Lo dichiara il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella. 

0
0
0
s2sdefault