Il comune di Latronico fa un passo in avanti nell’ambito del ciclo dei rifiuti sul proprio territorio. Con l’ordinanza ultima, la numero 6 del 17 gennaio scorso, si è dato il via libera all’ampliamento del servizio di raccolta differenziata porta a porta in nove frazioni del territorio: Preti, Perricchio, Masullo, Cerri, Varrazzo, Iannazzo, Fraccia, Serrone di sopra, Caldanella. “Finalmente anche le frazioni – sottolinea Fausto De Maria, sindaco di Latronico meno popolate potranno usufruire del servizio dopo nove dall’avvio del servizio garantito fin ora alle sole zone centrali del comune”. Promotore e sostenitore di questo provvedimento, il Vice Sindaco Vincenzo Castellano. “Un atto molto atteso e sul quale stavo lavorando da tempo – precisa Vincenzo Castellano, vicesindaco, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – in quanto ci consentirà di raggiungere un aumento della percentuale di raccolta differenziata, il miglioramento della qualità dei materiali e, soprattutto, permetterà di eliminare i bidoni che nel corso degli anni sono stati oggetto di scarico illecito di svariati materiali. Il tutto verrà effettuato senza alcun aumento del costo del servizio per i cittadini”. Un intervento che dal 28 gennaio prossimo, prevede che nelle frazioni interessate, vengano rimosse le isole ecologiche di prossimità molto spesso causa di sversamento illecito di rifiuti e problemi alla cittadinanza. Il tutto senza nessun costo aggiuntivo per i cittadini."Rimangono escluse dal provvedimento – continua Vincenzo Castellano -  poche altre aree del territorio che, allo stato attuale, continueranno ad essere dotate delle isole ecologiche di prossimità. In ogni caso sono previsti ulteriori ampliamenti del servizio, ma, allo stato attuale è conveniente agire per gradi in quanto la sua implementazione può essere difficoltosa sia per i cittadini, chiamati a cambiare abitudini, sia per la ditta gestrice del servizio che deve inevitabilmente cambiare tragitti e logistica negli scarichi”. I dati parlano chiaro con una positività in aumento. “Gli ultimi dati disponibili – conclude Vincenzo Castellano -  e consolidati anno 2017, vedono la percentuale del 57% nel centro cittadino. Con questo intervento si prevede un aumento, previa stabilizzazione del servizio ed un primo periodo di "ambientamento" da parte dei cittadini, di un ulteriore 5 per cento”. Ma la speranza che si nutre è quella di poter arrivare ad avere un dato ancora più soddisfacente. “È un po’ difficile dirlo, un 70 per cento sarebbe un buon risultato”.  Un altro tassello si aggiunge alle politiche in campo ambientale e di ciclo dei rifiuti, insieme al recente finanziamento dei lavori di ampliamento del Centro di Raccolta. Latronico continua a confermare il suo obiettivo: diventare vera città del benessere.

Oreste Roberto Lanza  

0
0
0
s2sdefault