Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Francavilla in Sinni primo comune a tutela dei cani abbandonati. Cupparo, un atto di grande civiltà

 

Un'Amministrazione comunale quella di Francavilla in Sinni, che mostra grande sensibilità verso il tema degli animali abbandonati, in particolare dei tanti cani senza un vero ricovero, una vera famiglia. Il problema del randagismo purtroppo, è una vera e propria piaga per molti territori. L’ente civico sinnico, è il primo in Basilicata che rende esecutivo il regolamento in materia, approvato dal Consiglio comunale il 7 giugno 2017, numero 15, concedendo un contributo economico annuale di euro 200 per una durata di tre anni per chi chiede di adottare un cane senza alcun tipo di assistenza. I cani sono quelli ritrovati sul territorio comunale e ricoverati al momento all’interno del canile di Latronico. L’intento è scritto nell’avviso pubblico protocollato il 30 agosto scorso con il numero 6052 è duplice. Migliorare il benessere degli animali ricoverati affidandoli a famiglie consapevoli e responsabili e dall’altra limitare al tempo stesso i costi del randagismo a carico della collettività. «Questo provvedimento – ha sottolineato Franco Cupparo, sindaco di Francavilla in Sinni, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – è stata un’idea dell’Assessore Maria Teresa Introcaso che ha voluto realizzare un atto di civiltà. L’amministrazione spende circa 24 mila euro all’anno per mantenere nel canile di Latronico i cani ritrovati nel proprio territorio. Il provvedimento si è reso necessario sia per un risparmio economico che non è da poco, ma poi anche per sensibilizzare i cittadini francavillesi ad aiutare i nostri amici a quattro zampe. Purtroppo spesso capita che vengono abbandonate intere cucciolate per mancanza di spazio o tempo, o peggio ancora quelli che comprano il cane è poi l’abbandonano. Il provvedimento – precisa Franco Cupparo – è anche a tutela dei bambini. I cani che sono in giro per strada o nella villa comunale spesso si avvicinano ai più piccoli che spaventati scappano via. Il merito di tutto questo va dato al nostro Assessore alla Pubblica Istruzione Maria Teresa Introcaso, che ha provveduto con impegno a realizzare un provvedimento che ci onora e che rende la nostra piccola comunità il più vivibile possibile».

Redazione

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Abbiamo 128 visitatori e nessun utente online

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione