Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Sant’Arcangelo, l’opposizione scrive al prefetto e chiede di invalidare il bilancio previsionale del comune

SANT’ARCANGELO – I consiglieri comunali del gruppo di opposizione “Sempre più Sant’Arcangelo”, guidato dall’avvocato Silvio Toma, a seguito del consiglio comunale tenutosi in prima convocazione mercoledì 29 marzo 2017, con diciassette punti all’ordine del giorno, hanno deciso di divulgare un messaggio di interesse pubblico con l’obiettivo di rendere nota la disapprovazione, e le relative motivazioni da parte della minoranza, delle scelte amministrative politiche e tecnico-procedurali operate dalla maggioranza guidata dal Sindaco Parsi. In particolare, la minoranza denuncia una « grave violazione di norme» che avrebbe determinato «irregolarità e vizi circa il processo di formazione e approvazione del DUP (Documento unico di programmazione) e del Bilancio di previsione 2017-2018-2019», previsti ai punti quindici e sedici dell’ordine del giorno discusso in consiglio lo scorso 29 marzo; «tali – si prosegue nella nota – da rendere nulle o invalide e/o non perfezionate le approvazioni, in quanto le relative proposte di deliberazione erano mancanti ab origine del previsto e necessario preventivo parere dell’Organo di revisione, il quale, senza il rispetto dei termini di legge e regolamentari, lo protocollava solamente il 28 marzo 2017, e gli uffici lo fornivano ai consiglieri solamente nella giornata del 29 marzo 2017, in cui poi si è tenuta l’accesa e partecipata seduta consiliare, «consumando inoltre con cio’- si precisa - la violazione di diritti e prerogative dei consiglieri comunali, ai quali è stato impedito di esercitare pienamente e regolarmente il proprio mandato». Pertanto secondo i consiglieri di minoranza Silvio Toma, Roberto Fantini, Antonella Pesce e Anna Felicia La Grotta, che hanno quindi espresso deciso e motivato voto contrario, sarebbe stato «violato il vigente Regolamento di Contabilità comunale (art. 129 “Trasmissione e modalità per l’espressione dei Pareri) che disciplina i termini per i previsti pareri». Una violazione che, nel caso venisse accertata, “determinerebbe - proseguono i consiglieri - serie conseguenze per l’amministrazione Parisi, considerato che non vi sarebbe stata approvazione del bilancio». Intanto tutto ciò ha indotto il gruppo di Opposizione a presentare un formale esposto al Prefetto di Potenza ed alla Corte dei Conti, «al fine di far verificare l’accaduto - si conclude nel comunicato - e di veder assumere le determinazioni del caso”, con la preghiera dei consiglieri Toma, Pesce, Fantini e La Grotta di essere sentiti personalmente in merito.

Valeria Gennaro

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il rogo del clochard, la pira dell’odio e il messaggio di Francesco

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Immagini scioccanti, indignazione, fiaccolate e il classico rituale dei mea...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato