"Attestando stati di indigenza non veritieri", 23 persone hanno ottenuto prestazioni agevolate o esenzioni dai ticket sanitari e sono state denunciate dalla Guardia di Finanza, a Metaponto di Bernalda (Matera). Indagini che sono andate avanti per diversi mesi, con una serie di appostamenti e intercettazioni telefoniche che hanno permesso agli uomini delle Fiamme Gialle di risalire ad un cospicuo numero di persone irregolari. I militari delle fiamme gialle hanno anche chiesto agli enti erogatori di revocare i benefici e recuperare le somme già percepite indebitamente dai "furbetti".