SANT’ARCANGELO – Un monito, ma soprattutto un invito, a tutti i candidati alle prossime elezioni amministrative del 31 maggio, da parte dei sacerdoti delle Parrocchie di Sant’Arcangelo «a lavorare per il bene di tutti» e «a non promettere cose irrealizzabili».
«Sappiamo – scrivono i sacerdoti – che avete dato vita a delle liste per sottoporvi al giudizio e al consenso dei cittadini, per assicurare al paese un governo per il prossimo quinquennio. Governare non è facile – aggiungono in una nota – soprattutto in questi tempi. Non è facile perché siamo, nonostante le affermazioni ottimistiche, in situazione di crisi. Una crisi economica sì, ma anche di lavoro e di valori. Al di là di quello che avete in mente di fare e che costituirà la piattaforma che proporrete a noi elettori, riteniamo che sia giusto non promettere cose irrealizzabili, così come accade solitamente, ma di guardare alla reale situazione e unitariamente, vale a dire a prescindere da chi avrà la maggioranza, affrontare i problemi e risolverli, con umiltà e intelligenza».
«Voi - concludono -  non avete bisogno che vi diciamo quali siano le priorità, basta girare e guardare; è necessario non eccedere nei verbalismi, ma osservare, meditare e agire, e farlo tutti insieme».

Valeria Gennaro