Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A San Severino Lucano, la notte dei gufi. Un incontro per conoscere l'affascinante mondo dei rapaci notturni

 

Si è svolto a San Severino Lucano, sabato scorso, presso la sala del centro parrocchiale, l'appuntamento di divulgazione ambientale sui rapaci notturni, organizzato dal Gruppo Lupi San Severino Lucano e dal centro Studi de Romita, patrocinato da AIGAE, Associazione italiana Guide Ambientali escursionistiche. La relazione introduttiva è stata tenuta dal Dott. Simone Todisco, naturalista e agrotecnico pugliese, impegnato da anni nel monitoraggio faunistici, con particolare riferimento ad avifauna ed erpetofauna, nonché di educazione ambientale. Il dottor Todisco, ha illustrato al pubblico la biologia, la morfologia e le questioni di conservazione degli strigiformi (uccelli presenti da sessanta milioni di anni, non imparentati con i rapaci diurni) toccando anche temi come la mitologia, le superstizioni e credenze legate a questi uccelli nelle culture umane.Una regione, la Lucania, che vanta la presenza di quasi tutte le specie presenti in Italia (7 su 10). Una risorsa immensa dal punto di vista della biodiversità. “Queste specie – ha sottolineato il dottor Todisco - sono dei bio indicatori, poiché ci danno ragguagli della salute di un determinato ambiente, per cui la loro presenza è indicativa di habitat sani. Sono inoltre alleati dell'uomo nell'agricoltura biologica, in quanto predatori di roditori dannosi per le piante, solo per fare un esempio. Sono, in parole povere, un simbolo sia dell''armonia che può esistere tra uomo e natura nelle aree rurali. ”Un incontro per capire e informarsi al meglio su habitat integri che devono restare indisturbati. Il caso del gufo reale, raro, localizzato appunto in Lucania che nidifica in ambienti accidentati, cenge rocciose, sporgenze pianeggianti di pareti rocciose. “Lo spirito di questo come di altri incontri dell'associazione- ha sottolineato Saverio De Marco, Presidente Gruppo Lupi San Severino Lucano, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE, Consigliere nazionale Associazione italiana Wilderness (AIW) - è quello dell'iniziativa "dal basso", che favorisca l'incontro e lo scambio di informazioni tra soggetti con esperienze e conoscenze anche diverse, che crei situazioni di socialità e preluda, sinergicamente, a nuove iniziative. Le associazioni possono dare un contributo importante nell'educazione e nella divulgazione ambientale e spesso colmano il vuoto lasciato dalle istituzioni”. Un’associazione, quella del Gruppo Lupi di San Severino Lucano che da anni persegue la finalità della divulgazione ambientale. Nelle escussioni programmate, c’è sempre un approccio non meramente ludico-sportivo ma naturalistico, con lo scopo di osservare l'ambiente che ci circonda. Le istituzioni in generali in questo settore possono fare molto insieme con le guide predisposte. “Il ruolo delle guide e delle associazioni escursionistiche- ha aggiunto Saverio De Marco - in quanto conoscitori e esploratori del territorio, potrà risultare prezioso ai fini dei censimenti dei rapaci notturni, tramite avvistamenti e ritrovamento di tracce, come ad esempio le borre (rigurgiti che contengono ossa o esoscheletri, grazie ai quali è possibile risalire alle prede cacciate dai rapaci notturni). Le istituzioni, poi, come gli Enti Parco, potrebbero avvalersi del contributo di ricercatori e guide se si tiene ferma la mission che dovrebbe caratterizzare un'area protetta: ovvero la conservazione della natura rispettando i diritti delle comunità locali, nell'ottica di una fruizione turistica sostenibile delle aree naturali”. Un Rendez-vous concluso con una passeggiata notturna diretta all’ascolto dei versi dei rapaci notturni, con la finalità di esplicare i metodi di censimento utilizzati.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione