Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Chiesa

CEB e Tribunale Ecclesiastico. Per i parroci lucani arriva la formazione su matrimoni e diritto canonico

CEB e Tribunale Ecclesiastico. Per i parroci lucani arriva la formazione su matrimoni e diritto canonico

“Accompagnare, discernere, integrare matrimoni falliti e famiglie ferite”, è questo il tema del primo corso di formazione per i parroci di Basilicata e per gli operatori di pastorale familiare organizzato dal Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano di Basilicata (TEIB) in collaborazione con la Conferenza Episcopale di Basilicata e la Facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università Urbaniana (PUU), in programma dal 17...

#Permillestrade. La giornata dei giovani Unitalsi di Basilicata a Policoro

#Permillestrade. La giornata dei giovani Unitalsi di Basilicata a Policoro

Domenica 9 Settembre, l’Unitalsi Lucana si ritroverà a Policoro (MT) per il tradizionale incontro dei giovani; ad ospitarci il Circolo Velico lucano. Continua il cammino dei nostri ragazzi nell’associazione e nella Chiesa riprendendo le parole di Gesù “Chi cercate? Venite e vedrete”. Papa Francesco in occasione del Sinodo dei Giovani, ha invitato tutti i ragazzi a camminare verso Gesù, sebbene il frastuono...

Tursi-Lagonegro, assemblea diocesana: mons. Orofino presenta l’Agenda 2018-2019

Tursi-Lagonegro, assemblea diocesana: mons. Orofino presenta l’Agenda 2018-2019

Il cammino ordinario dell’anno pastorale, per la diocesi di Tursi-Lagonegro, viene scandito dall’Agenda, strumento di raccordo e di comunione tra le parrocchie e con le aggregazioni ecclesiali. Domenica 2 settembre, alle ore 17.00, presso il Cinema di Francavilla in Sinni, il vescovo monsignor Vincenzo Orofino presenta e consegna alla Chiesa locale l’Agenda 2018-2019, offrendo le linee guida dell’impegno dei fedeli, presbiteri...

Policoro, la statua della Madonna di Medjugorje ritorna al suo posto

Policoro, la statua della Madonna di Medjugorje ritorna al suo posto

  E’ stata inaugurata nel tardo pomeriggio di oggi la statua della Madonna di Medjugorje nel parco Angela Rocco di Policoro. Ricordiamo che pochi giorni fa una bravata, con un atto d'inciviltà ad opera di ignoti, aveva decapitato la parte alta del rilievo, mandando in frantumi viso e braccia. Don Antonio Mauri, il quale aveva dichiarato:«Se qualcuno ha visto qualcosa parli,...

Francavilla, ritrovata la statua dell’Assunta trafugata sei anni fa. Sabato ritorna nella sua Cappella

Francavilla, ritrovata la statua dell’Assunta trafugata sei anni fa. Sabato ritorna nella sua Cappella

  Sabato 11 agosto, la statua dell’Assunta ritornerà nella propria Cappella situata a circa sei chilometri dal centro cittadino, in contrada San Biase. Luogo di proprietà e di piena devozione della famiglia Viceconte. La cappella è del XIX secolo ed è stata restaurata alcuni anni fa. Il 29 marzo del 2012 come ben si ricorderà, ignoti professionisti, aiutati dal silenzio della...

A+ A A-

CEB e Tribunale Ecclesiastico. Per i parroci lucani arriva la formazione su matrimoni e diritto canonico

“Accompagnare, discernere, integrare matrimoni falliti e famiglie ferite”, è questo il tema del primo corso di formazione per i parroci di Basilicata e per gli operatori di pastorale familiare organizzato dal Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano di Basilicata (TEIB) in collaborazione con la Conferenza Episcopale di Basilicata e la Facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università Urbaniana (PUU), in programma dal 17 al 19 settembre prossimo. Tre le tematiche in cui è stato diviso il lavoro di studio: “Struttura essenziale del matrimonio canonico”, “l’indagine pregiudiziale o pastorale” e “processi per la dichiarazione di nullità del matrimonio” in cattedra il professor Luigi Sabbarese, decano della Facoltà di Diritto Canonico della PUU. Durante il corso ci si confronterà sulla fase pregiudiziale o pastorale, afferma  il vicario giudiziale mons. Antonio Cardillo, e verranno dati ai parroci gli strumenti del diritto matrimoniale canonico per poter approcciare queste situazioni e così poter fare chiarezza nella loro vita.
L’idea di un momento di riflessione sulla crisi che investe molte famiglie è nata nel TEIB “il tribunale ecclesiastico, ci ha spiega Sabbarese, pur occupandosi principalmente di cause e processi, non perde di vista il fatto che i protagonisti delle cause non sono le carte ma le persone, i battezzati. Questi fedeli hanno bisogno di essere accompagnati perché dietro ogni fallimento vi è una storia che va recuperata, scoperta e illuminata dalla grazia di Dio. Siccome non ogni matrimonio fallimento può essere dichiarato nullo se non vi sono i motivi per la dichiarazione i nullità, ogni matrimonio fallito può essere accompagnato, perché gli sposi il cui matrimonio non funziona più continuano ad essere cristiani e devono poter vivere la loro fede all’interno di una comunità. Sotto questo aspetto chi prima e più di tutti entra in contatto con le famiglie ferite e i possibili matrimoni falliti sono i parroci. La facoltà di diritto canonico della PUU si è resa disponibile a costruire il percorso formativo e a condurlo, secondo le indicazioni ricevute dagli stessi operatori del tribunale e dal vicario giudiziale che a sua volta ha sottoposto la proposta all’approvazione dei vescovi della Basilicata”. L’accompagnamento, il discernimento e l’integrazione dei fallimenti matrimoniali e familiari sono una realtà con cui la Chiesa del futuro dovrà sempre avere a che fare anche perché la società di oggi si fonda sull’incertezza di un presente che fa avere paura del futuro ma dove il futuro delle famiglie sane si può costruire sulla formazione di una coscienza libera e matura.
La riforma di Papa Francesco chiede la collaborazione dei Parroci e dei canonisti nell’indagine pregiudiziale o pastorale: abbiamo chiesto a Sabbarese di spiegare meglio questo concetto. “La riforma dei processi matrimoniali voluta dal papa, spiega il professore, ha inteso conferire un orientamento più spiccatamente pastorale all’attività giudiziale dei tribunali ecclesiastici. L’intera riforma processuale-matrimoniale si presenta con toni marcatamente pastorali i cui elementi di novità si ripercuotono nella fase di preparazione della causa per la dichiarazione di nullità del matrimonio. Il parroco di per sé non ha propriamente un ruolo nel processo matrimoniale ma nell’indagine pregiudiziale o pastorale. Tale responsabilità si comprende meglio se inserita nel contesto della pastorale familiare e della conversione delle strutture giuridico-pastorali. Peraltro, i canonisti che sempre si sono sforzati di cooperare con i parroci, dopo la riforma di papa Francesco si sono impegnati a individuare alcuni criteri: ad esempio, una maggiore informazione sulla natura e la missione dei tribunali ecclesiastici, accompagnare e discernere le varie situazioni pastorali critiche che investono la vita coniugale e familiare, favorire un maggiore coordinamento tra gli operatori di pastorale familiare. Credo che la sfida più importante in questo settore non sia primariamente la operazione tra parroci e canonisti ma la creazione di strutture di accoglienza e di accompagnamento nel contesto della pastorale matrimoniale unitaria. L’indagine pregiudiziale o pastorale, che non è un processo, ha un duplice scopo: conoscere la condizione dei fedeli che hanno un matrimonio fallito e raccogliere elementi di discernimento e di accompagnamento, anche in vista di un eventuale processo di nullità matrimoniale. Sicuramente i parroci, insieme ad altri operatori di pastorale familiare, compresi i canonisti, sono soggetti attivi dell’indagine e hanno compiti di consulenza”.
Come la parrocchia e la pastorale familiare devono interagire con queste situazioni di fallimento?
“Credo che l’interazione della parrocchia con le situazioni di fallimento debba iniziare già nella fase di preparazione al matrimonio, risponde il professore che continua, sono convinto che i corsi di preparazione al matrimonio non siano ormai più sufficienti. È preferibile parlare di percorsi, cioè di esperienza di fede all’interno di una comunità cristiana che inizia con la preparazione al matrimonio e non finisce più. In questo modo l’accompagnamento è permanete, la prossimità della chiesa verso i sui fedeli è un percorso senza termine, come un servizio permanente.
La riforma dei processi matrimoniali ha sicuramente indicato anche delle modalità concrete di intervento: servizi costituiti stabilmente, ove è passibile a livello parrocchiale, altrimenti a livello interparrocchiale, diocesano o interdiocesano, ove il vescovo, se il servizio è diocesano, o il parroco, se il servizio è parrocchiale, è operatore con gli operatori di pastorale familiare”.
 

 

Visite: 1099

#Permillestrade. La giornata dei giovani Unitalsi di Basilicata a Policoro

Domenica 9 Settembre, l’Unitalsi Lucana si ritroverà a Policoro (MT) per il tradizionale incontro dei giovani; ad ospitarci il Circolo Velico lucano.
Continua il cammino dei nostri ragazzi nell’associazione e nella Chiesa riprendendo le parole di Gesù “Chi cercate? Venite e vedrete”.
Papa Francesco in occasione del Sinodo dei Giovani, ha invitato tutti i ragazzi a camminare verso Gesù, sebbene il frastuono e lo stordimento sembrino regnare nel mondo.
E allora riprendiamo con entusiasmo il nostro cammino per scoprire il progetto di Dio sulla nostra vita, anche attraverso questo appuntamento ormai consolidato negli anni.
Vogliamo vivere una giornata di festa assieme ai ragazzi di tutta Basilicata, unitalsiani e non, per sperimentare l’amore profondo di Gesù che si fa nostro prossimo e per rinsaldare i valori propri dell’Associazione: solidarietà, ascolto, spirito di servizio.
L’accoglienza è prevista alle ore 9.30 presso il Circolo Velico Lucano, sito in Viale del Lido, Policoro. La struttura, sin da subito, ha aderito con entusiasmo alla nostra iniziativa ed è lieta di ospitarci. L’ambiente è gradevole ed accogliente ed è attrezzato per far fronte ad ogni esigenza, anche quelle dei nostri amici in carrozzina.
Il programma della giornata prevede diversi momenti ludici e la possibilità di praticare attività marinaresche, tra cui vela e canoa; a seguire la celebrazione della Santa Messa. I saluti previsti per le 18.30.
Vi aspettiamo numerosi.

Visite: 3195

Tursi-Lagonegro, assemblea diocesana: mons. Orofino presenta l’Agenda 2018-2019

Il cammino ordinario dell’anno pastorale, per la diocesi di Tursi-Lagonegro, viene scandito dall’Agenda, strumento di raccordo e di comunione tra le parrocchie e con le aggregazioni ecclesiali.
Domenica 2 settembre, alle ore 17.00, presso il Cinema di Francavilla in Sinni, il vescovo monsignor Vincenzo Orofino presenta e consegna alla Chiesa locale l’Agenda 2018-2019, offrendo le linee guida dell’impegno dei fedeli, presbiteri e laici, per l’anno pastorale che inizia.

Nell’Introduzione il Vescovo scrive: “Formazione e missione sono compiti fondamentali e costanti nella vita della Chiesa. Siamo chiamati a metterci in una permanente condizione di formazione ma nello stesso tempo anche di missione: possiamo comunicare agli altri solo ciò che rende lieto e sicuro il nostro cuore, con la consapevolezza che la fede si rafforza donandola. All'interno di questa scelta di fondo e in continuità con il lavoro svolto in questi ultimi due anni, vogliamo puntare su due priorità: continuare e intensificare l'opera di educazione alla fede, alla speranza e alla carità, seguendo le indicazioni contenute nella mia Lettera pastorale “Al fine di edificare il Corpo di Cristo” (Ef 4,12), con gli orientamenti per il triennio 2017-2020, e crescere in consapevolezza ecclesiale e favorire una maggiore corresponsabilità pastorale – secondo la vocazione, il carisma e il ministero di ciascuno – approfondendo il fondamento teologico e antropologico dell'identità personale. Tutte le nostre attività pastorali devono tendere a sostenere il cammino ecclesiale e spirituale di ognuno di noi e delle persone che il Signore ci dona di incontrare. Servire la fede delle persone è il motivo adeguato della missione della Chiesa”.

“Le persone, cuore della pastorale” è il tema dell’anno e il riferimento evangelico scelto è l’incontro di Gesù con Zaccheo (Lc 19, 1-10) che rinnova la vita del pubblicano, che gli permette di aprirsi alla grazia di Dio, sperimentando la conversione con tutta la sua forza dirompente: dona la metà di ciò che possiede ai poveri e restituisce quattro volte tanto a chi ha rubato. Il peccatore pubblico, accolto dall’abbraccio misericordioso di Dio, diventa un appassionato narratore dell’amore di Dio che gli offre salvezza nell’oggi della sua esistenza.

Tante le attività programmate. Gli appuntamenti di Scuola di Cristianesimo sono uno snodo importante del cammino annuale per approfondire la “consapevolezza ecclesiale” e il protagonismo dei fedeli laici: nelle quattro zone pastorali si terranno otto lezioni aperte a tutti; gli incontri del Vescovo con i sindaci e i parroci per guardare con acuto senso di concretezza al territorio e dialogare su “sfida educativa e solidarietà-poveri” e “lavoro e beni culturali”; tre focus (momenti formativi e di dialogo) per i giovani chiamati a riflettere su fede, mondo digitale e scuola; le proposte diocesane: Betania (per le famiglie), Tabor (per i giovani in ricerca) e Tiberiade (cammino di discernimento vocazionale), gli incontri del Vescovo con i sacerdoti giovani e le proposte delle associazioni ecclesiali e dei movimenti che arricchiscono ulteriormente il cammino diocesano che include anche il corso di esercizi spirituali per fedeli laici che si terrà a Collevalenza, la vacanza estiva in montagna e le vacanze per gli universitari, oltre alle due esperienze “Alla scuola della Carità” per adolescenti e giovani proposte dalla Caritas.
A ciò si aggiungono le celebrazioni conclusive dell’Anno lentiniano, indetto nel ventennale della beatificazione del sacerdote Domenico Lentini, originario di Lauria e il ritiro spirituale del clero della Basilicata nella chiesa che conserva le sue spoglie mortali.

Il Vescovo promette di incontrare personalmente ogni sacerdote e i Consigli pastorali e per gli Affari economici parrocchiali e chiede una maggiore prossimità ai giovani, alle famiglie e ai sofferenti che domandano agli operatori pastorali e alla Chiesa un riferimento certo, guide sicure ed educatori credibili.
Insomma, tante proposte che dicono cura, fervore e dinamismo spirituale incarnato, che indicano un metodo e aprono nuove sfide perché ci si appropri della “gioia del Vangelo (che) riempie il cuore e la vita intera”, come scrive Papa Francesco all’inizio dell’esortazione apostolica “Evangelii Gaudium” e perché sia vivo, nel cuore dei credenti, il desiderio della santità come proposta alta del vivere cristiano.

Visite: 2218

Policoro, la statua della Madonna di Medjugorje ritorna al suo posto

 

E’ stata inaugurata nel tardo pomeriggio di oggi la statua della Madonna di Medjugorje nel parco Angela Rocco di Policoro. Ricordiamo che pochi giorni fa una bravata, con un atto d'inciviltà ad opera di ignoti, aveva decapitato la parte alta del rilievo, mandando in frantumi viso e braccia. Don Antonio Mauri, il quale aveva dichiarato:«Se qualcuno ha visto qualcosa parli, c’è bisogno di aiuto», ha benedetto la nuova statua insieme a tanti fedeli presenti visibilmente commossi. Un’opera di scultura, a tutto rilievo, donata da Pino Ferrara, ex amministratore comunale che appena appresa la notizia del bruttissimo gesto, si è subito fatto carico di donarne un’altra. Proprio oggi, nel giorno dedicato a Santa Chiara, la cerimonia di inaugurazione è avvenuta alla presenza del primo cittadino di Policoro Enrico Mascia.

Claudio Sole

Visite: 2684

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione