Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

La Madonna nera di Viggiano è tornata nel Santuario sul monte

 

La Madonna Nera di Viggiano è tornata come tradizione, prima domenica di maggio, sulla cima del Sacro Monte del suo Santuario, posto a 12 km dal centro abitato ad una altitudine di 1725 metri. Resterà in questo luogo sino alla prima domenica di settembre. Le pagine di storia raccontano di un Santuario eretto presumibilmente nel XIV secolo, nel luogo dove la leggenda vuole il ritrovamento del simulacro della Madonna. Una leggenda che narra di come l'immagine sacra fosse venerata sin dagli albori del cristianesimo nell'antica città di Grumentum. Quando questa fu distrutta dai Saraceni, la statua sarebbe stata nascosta in una buca (circostanza similare alla Madonna Del Piano di Episcopia nascosta all’interno di un albero) ancora oggi visibile davanti all'altare maggiore e ritrovata grazie all'apparizione di misteriosi fuochi. Il primo documento noto che cita la chiesa risale al 1393: si tratta di un atto in cui un tale Tommaso Bono Iurno di Viggiano cedette alla chiesa dieci grani pro luminaris. Gli storici, come Giovanni Colangelo (dal suo libroIl Santuario di Viggiano, Venosa, 1984”), Nicola Tommasini e Giovanni Tramice (particolare il libro “La Madonna di Viggiano nella storia, Venosa, 1995”)raccontano come  il culto dell'immagine della Madonna era già molto diffuso nel XVI secolo e del santuario si occupò anche papa Giulio II. Fu papa Leone XIII, nel 1890, ha incoronare la Madonna del Monte di Viggiano "Patrona e Regina" della Lucania. L'investitura fu ribadita da papa Paolo VI nel 1965 che elevò a Basilica Minore Pontificia la chiesa dove per circa un anno la Madonna nera risiede. Negli anni la statua che ha subito molti interventi e interamente rivestita d'oro zecchino, fuorché i volti, le mani ed i piedi del Bambino. Nella sua composizione attuale richiama fortemente la tipologia di icona bizantina in cui Maria è rappresentata frontalmente, seduta in trono e con il Bambino Gesù in braccio. Lineamenti della Madonna, detto da diversi studiosi, ricordano fortemente i volti ritratti nelle icone bizantine. “È un momento di grande devozione – sottolinea il Sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala – di tanti pellegrini che accorrono ad onorare la statua della Madonna Nera di Viggiano, Patrona e Regina delle Genti Lucane, protagonista indiscussa del nostro paese”. 

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione