E’ con soddisfazione che  i segretari Flai Cgil Basilicata e Flai Cgil Potenza Vincenzo Esposito e Giuseppe Burdi, annunciano la sottoscrizione dei contratti a tempo indeterminato dei 49 lavoratori del Consorzio di bonifica. Grazie a una battaglia durata quasi trent’anni e che ha visto la Flai Cgil di Basilicata impegnata su tutti i fronti, compresi quelli legali, si mette finalmente un punto a uno dei problemi storici che riguardano il Consorzio di bonifica. Nello specifico sono 31 i lavoratori stagionali che passano da un contratto a tempo determinato ciclico a un contratto a tempo indeterminato e 16 quelli che passano da contratto a tempo determinato a indeterminato. “Un plauso – dicono i due segretari – sicuramente al commissario unico dei Consorzi di bonifica Giuseppe Musacchio e alla Regione Basilicata che hanno rispettato gli impegni presi in precedenza. E soprattutto al nostro rappresentante sindacale all’interno del Consorzio Andrea Lasalvia, che fin dal 1990 ha condotto questa battaglia con impegno e dedizione senza mai arrendersi e consentendo alla Cgil di Basilicata di conseguire questo importante risultato. Resta confermata  – spiegano Esposito e Burdi – la nostra posizione rispetto al riordino dei consorzi e la nostra contrarietà all’idea dell’istituzione di un unico comprensorio di bonifica. Riteniamo, infatti, che l’istituzione di più consorzi, nel rispetto del principio costituzionale di sussidiarietà, potrebbe comunque raggiungere l’obiettivo del contenimento dei costi, accentrando in alcuni uffici comuni  attività quali la gestione del catasto, la progettazione, la gestione del personale, e altre attività che il consorzio di più piccole dimensioni non possa svolgere autonomamente”.