I viaggiatori lucani del Materano dal primo gennaio 2017 grazie all’alta velocità potranno raggiungere Roma in tre ore e mezza e quelli del Potentino in sole tre ore. Questo pare essere l’obiettivo finale della Regione Basilicata in vista di Matera 2019. Da tempo l’ente regionale sollecita Trenitalia per superare l’annoso e storico gap nei collegamenti tra il territorio lucano e la rete ferroviaria nazionale. La Basilicata pare volersi attrezzare sia con l’alta velocità del treno sia con un proprio aeroporto regionale trasformando la pista “Enrico Mattei” di Pisticci un punto di snodo civile dei voli che dovrebbero collegare la Basilicata con Milano utilizzando l’aereo ATR 42 con n.50 posti ed il cargo “Beechcraft 1900D”. La priorità, però, appare quella della via ferrata. L’attuale assessore regionale ai Trasporti Nicola Benedetto parla di fine anno come arrivo dei treni ad alta velocità. “Sarà un evento storico – sottolineaBenedetto - per questa terra e per il Sud”. Da tempo Trenitaliaha disposto prove generali facendo percorrere all’ETR 1000 “Mennea” sulla linea Taranto-Roma con fermate a Ferrandina, a Potenza e a Salerno ma tirando dritto nello snodo ferroviario di Metaponto dove la linea Taranto-Roma incrocia la Ferrovia Jonica. Così facendo i viaggiatori in partenza da Taranto e dalle città lucane potrebbero raggiungere Salerno già a bordo del Frecciarossa e senza fare cambi proseguendo per Roma, Firenze, Milano.Un calcolo fatto di primo acchito evidenzia come una coppia di Freccia Rossa avrà un costo annuo di 5-6milioni di euro che dovrebbe essere diviso tra le regioni Puglia e Basilicata e in parte con lo Stato. Al momento Trenitalia continua ad effettuare i test sulle linee senza indicare tempi per una decisione definitiva. Una decisione rimandata presumibilmente per il fatto che l’infrastruttura del territorio pare non adatta all’alta velocità e composta da linee elettrificate che porterebbero le frecce rosse a circolare ad una velocità bassa. Ma se ne saprà di più la prossima settimana quando Trenitalia trasmetterà agli uffici regionali la nota ufficiale sui risultati delle prove tecniche

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

0
0
0
s2sdefault