logo bn ultimo

 

In caso di inosservanza delle disposizioni contenute nell’ordinanza, si incorre nelle sanzioni amministrative e penali

Il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, ha firmato un’ordinanza che dispone la riapertura, a partire da oggi, dei parchi Macamarda e del Castello e l’estensione al sabato e alla domenica dell’apertura, da entrambi gli accessi, ai cimiteri comunali.

Questo il dettaglio del provvedimento:
La riapertura dei parchi Macamarda e Castello dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 20 oltre all’apertura dei parchi IV Evangelisti, Lanera e Villa Comunale, già disposta con precedente Ordinanza Sindacale;
La conferma del libero godimento dei parchi di via IV Novembre e Papa Giovanni Paolo II (Boschetto);


L’interdizione al pubblico con divieto di accesso assoluto a chiunque del parco di Serra Venerdì
In tutti i parchi ed aree verdi pubbliche fruibili deve essere garantita la distanza interpersonale di un metro per le camminate e di due metri per le corse, è d’obbligo l’utilizzo di dispositivi di protezione (mascherine) è, altresì, rigorosamente vietata ogni forma di assembramento di persone e l’utilizzo di aree attrezzate per il gioco dei bambini nonché lo svolgimento di attività ludica o ricreativa all’aperto. La riapertura al pubblico dei cimiteri comunali nei giorni dal lunedì alla domenica dalle ore 8:30 alle ore 12:30 con accesso da entrambi i cancelli, mediante l’utilizzo dei dispositivi di protezione quali mascherine e guanti e resta rigorosamente vietata ogni forma di assembramento di persone; L’autorizzazione all’ingresso con auto nel cimitero di contrada Pantano per gli utenti aventi diritto muniti di specifica autorizzazione nei soli giorni di martedì e giovedì dalle ore 8 alle ore 9;

L’autorizzazione ai lavori di apposizione lapidi nei cimiteri cittadini dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore;
L’autorizzazione ai lavori di manutenzione e di nuova edificazione dal lunedì al sabato dalle ore 7:30 alle ore 12:30, e dal lunedì al lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 17;
Il divieto di utilizzo nei parchi pubblici e cimiteri dei servizi igienici pubblici;
L’autorizzazione allo svolgimento di celebrazioni funebri, una per volta, con un numero di partecipanti massimo fissato in 15 persone, esclusivamente all’aperto e con l’utilizzo dei dispositivi di protezione di cui al precedente punto 5. Si ricorda che in caso di inosservanza delle disposizioni contenute nell’ordinanza, si incorre nelle sanzioni amministrative (multa da 25 a 500 euro) e penali previste dalle norme.

 


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor