logo bn ultimo

 

I disagi riguardano principalmente l’impossibilità di poter utilizzare ancora la strada di accesso al quartiere

I residenti del quartiere Quadrifoglio a Matera, disperati per una situazione di disagio persistente, attraverso i loro rappresentati di quartiere hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il sindaco di Matera al fine di esporre in modo chiaro e preciso i problemi che i loro rappresentati tutt’oggi vivono, nonostante le numerose segnalazioni fatte e gli evidenti problemi persistenti in questo giovane quartiere materano ad oggi ancora non adeguatamente collegato alla città. La polvere e la qualità dell’aria che in questa zona di Matera si respira premettono anche altre difficoltà. Lo stop dei lavori nonostante i fondi già stanziati, la mancanza di un secondo ingresso al quartiere, l’inagibilità delle strade e la mancanza di alcuni servizi essenziali per alcune famiglie come l’acqua o la luce, sono diventate condizioni insostenibili per gli ormai tantissimi residenti. Lunedì 27 luglio il sindaco di Matera ha così deciso di recarsi sotto l’ormai famoso ponte di via Colangiuli per rendersi conto personalmente di quanto a lui raccontato.


Il problema relativo alle vie d’accesso alla zona, continua a rappresentare una grave minaccia per la salute e la sicurezza degli abitanti del quartiere. I disagi denunciati nascono, principalmente, dalla impossibilità di poter utilizzare la strada di accesso sottostante il tratto ferroviario delle Ferrovie Appulo Lucane, collocata sotto il ponte situato ad una delle estremità di via Colangiuli, questo, per la non conformità della stessa agli standard di sicurezza stradale ed urbanistici, come ad esempio la mancanza di marciapiedi, asfalto ed opportuna segnaletica stradale, ma le criticità si è scoperto essere anche altre. I lavori sembrano essere stati fermi, ed in parte lo sono ancora,a causa di alcuni lavori di adeguamento sotterranei da parte dei gestori delle utenze di luce e gas, per la mancanza di una serie di autorizzazioni da parte delle Fal e da alcune mancanze del Consorzio urbanistico “Quadrifoglio”, in merito alle quali il sindaco ha promesso di interfacciarsi personalmente con l’architetto Lucia Gaudiano per avere delle risposte adeguate sulla parte dei lavori la cui competenza resta del Consorzio.

“La nostra è una repubblica fondata sulla carta bollata” ha pubblicamente affermato alla presenza dei residenti il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, dispiaciuto per gli inconvenienti ma fermo sulle giustificazioni prodotte dall’Ing. Lamacchia, il quale, essendosi interfacciato con l’impresa ha potuto definire alcune criticità e dichiarare ai residenti che i lavori, nonostante gli intoppi, comunque sarebbero ripresi proprio in questi giorni. “Entro la fine di agosto la questione sarà risolta” dichiara De Ruggieri “ il 25 agosto tornerò qui per accertarmi che tutto quel che è di competenza del Comune sia stato ultimato”. Lavori questi che vanno ad aggiungersi a quelli di competenza del consorzio e che si spera non ritardino ancora, che riguardano la realizzazione di un nuovo sovrappasso per superare i binari delle ferrovie Appulo Lucane, l'allargamento della sede stradale e la traslazione dell'asse viario, in modo da raccordare l'esistente infrastruttura alla rete interna alla lottizzazione Quadrifoglio.

 

Silvia Silvestri


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor