Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Una delegazione dell’Università del Sud Africa in visita al Parco del Pollino

 

Il Parco Nazionale del Pollino ha ospitato ieri una delegazione dell’Università del Sud Africa, costituita dalla Prof. ssaElna van Niekerk e dalla Dott.ssa LindaniNcube, del Dipartimento di Scienze Ambientali. La delegazione ha scelto il territorio del Parco, non solo per le sue particolari valenze ambientali, ma soprattutto per capire qual è stato il processo messo in atto per diventare un Geoparco globale UNESCO. Durante la visita il vice-presidente dott. Franco Fiore, nel salutare e ringraziare la delegazione per aver scelto il territorio del Parco Nazionale del Pollino,  ha presentato ai sud-africani il modello gestionale ed organizzativo del Parco. I responsabili dell’ufficio geoparco dott. Luigi Bloise e ing. Egidio Calabrese, coadiuvati daCarmelo Pizzuti, hanno avuto modo di trasmettere la loro esperienza nella predisposizione del dossier di candidatura a geoparco, nonché  su tutto il lavoro svolto per presentare la suddetta candidatura come l’individuazione dei geositi e la correlazione degli stessi con le altre valenze ambientali del territorio secondo l’ approccio olistico portato avanti dall’UNESCO. La prof.ssa Van Niekerk infatti ha affermato che “Il comitato di conservazione della Società Geologica del Sud Africa è molto preoccupato del fatto che in Sudafrica non sia stato ancora creato un geoparco. Anche se esisteuna legge sulla gestione ambientale nazionale che prevede che anche le emergenze geologiche dovrebbero essere protette, sarebbe opportuno identificare quelle aree in Sud Africa che sono adatte per la creazione di un geoparco e pertanto stiamo cercando di ottenere quante più informazioni e assistenza possibili per guidare i nostri sforzi”. “L’incontro- ha aggiunto la Dott.ssa LindaniNcube - ci ha consentito  di ottenere informazioni di prima mano su come le strutture di conservazione e gestione in Italia hanno potuto incorporare anche le strutture dei geoparchi e come sono state sviluppate le politiche nazionali e di altro tipo. Inoltre abbiamo potuto ricevereanche preziose informazioni e consigli  su come viene gestito il processo di creazione del geoparco”. La visita ha consentito di gettare le basi per una futura collaborazione tra l’Ente Parco Nazionale del Pollino e l’Università del Sud-Africa,al fine di mettere in atto tute le azioni necessarie affinchè anche in sud Africa possa nascere il primo geoparco della rete UNESCO.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione