Con 43 milioni di visite con incassi per 155 milioni di euro, il 2015 si conferma l’anno d’oro per i musei italiani. Questo dicono i dati presentati dal Ministro dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, al comitato permanente del Turismo. Nel 2014 la crescita dei visitatori e degli incassi aveva già fatto registrare numeri positivi, ma il 2015 ha registrato un +6% di visitatori con +14% (+ 20milioni) di incassi e +4% gli ingressi gratuiti (circa +900 mila euro). Nello specifico delle dinamiche regionali in testa il Lazio con 19.750.157 ingressi e 62.838.837 di euro di introiti a seguire la Campania, la Toscana, Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Ma tra tutti a far registrare un dato significativo e positivo di crescita più elevato è proprio la Basilicata. Con un aumento dei visitatori del +13% e con un +37% di incassi. A seguire la Puglia (+5% di visitatori), Toscana (+3% di visitatori) la Campania (+7% di visitatori) ed Emilia Romagna (+9% di visitatori). Nello specifico i musei e luoghi storici e di cultura Lucana sono stati visitati da ben 256.770 persone producendo un introito di ben oltre 185.963 euro.In particolare molti i siti lucani visitati. Al primo posto vi è quello archeologico nazionale del melese“MassimoPallottino” con 39.920 visitatori e 41.384 (+6%) di introiti. A seguire il Museo nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata di Matera con 34.859 visitatori (+9%) e 38858 euro di introiti. Il Museo Nazionale Domenico Riola a Matera con 26.581 ingressi e con 17.858 introiti. Il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto a Bernalda con 21 855 visitatori e con 26.659 euro di introiti. Il Museo della Sirfide a Policoro con 14.498 visitatori (+32%) e introiti per 13124 euro (+92%). Dati significativi per il territorio lucano che nell’anno di Matera 2019 cerca di valorizzare al massimo le sue risorse museali Sicuramente l’evento speciale “DomenicalMuseo“da gennaio a dicembre 2015 approfittando delle prime domeniche del mese per entrare gratuitamente ai musei ha dato l’impulso a questi dati che restano importanti per la Basilicata. I dati evidenziano di come in tutta Italia quello delle prime domeniche del mese in particolare quella del primo maggio 2015 ha prodotto un picco significativo con un record di presenze di oltre 435 mila visitatori .

Oreste Roberto Lanza

oQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.