Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Terremoto giudiziario in Basilicata. Il Presidente Marcello Pittella ai domiciliari

È un vero e proprio terremoto quello che si è abbattuto sulla Regione Basilicata nell'inchiestà sulla sanità lucana, con l'operazione denominata "Il Suggello". C'è anche il governatore Marcello Pittella (Pd), infatti, tra i destinatari dell'ordinanza di misure cautelare eseguita questa mattina dagli agenti della Guardia di finanza di Matera. L'inchiesta riguarda nomine e concorsi nella sanità lucana. Per Pittella il gip della città dei Sassi ha disposto gli arresti domiciliari. In carcere, invece, è finito il commissario straordinario dell'Azienda sanitaria provinciale di Matera, Pietro Quinto, che attraverso il suo legale, Vincenzo Montagna, ha già annunciato le dimissioni dall'incarico. In carcere anche il direttore amministrativo dell'Asm Maria Benedetto. Ai domiciliari anche il commissario straordinario dell'Azienda sanitaria di Potenza, Giovanni Chiarelli, il direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Maddalena Berardi, e un dirigente del Centro oncologico regionale della Basilicata di Rionero, Gianvito Amendola. In tutto le misure cautelari eseguite sono una trentina. I dettagli sull'operazione verranno forniti alle 12 in una conferenza stampa dal procuratore capo di Matera Pietro Argentino.  Nelle scorse settimane il Pd lucano aveva dato mandato a Pittella, fratello del senatore Gianni, di correre per un secondo mandato in Regione alle elezioni per il rinnovo del parlamentino lucano, previste al più tardi per l'inizio del 2019. Nella conferenza stampa tenutasi oggi mezzogiorno a Matera è emerso quanto segue: Il commissario dell'Azienda sanitaria di Matera, Pietro Quinto (in precedenza direttore generale della stessa Asm) è "il collettore delle raccomandazioni che promanano" dal presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella. Così il Procuratore della Repubblica di Matera, Pietro Argentino, nella conferenza stampa sull'operazione della Guardia di Finanza sulla sanità lucana. Quinto - secondo gli inquirenti - "intrattiene significativi rapporti con altre figure politiche e religiose di spicco". Nell’inchiesta della Procura di Matera che ha ad oggetto «la mercificazione della funzione pubblica, la spartizione partitocratica degli incarichi e dei posti messi a concorso nel settore attenzionato della sanità pubblica, che offre uno squallido e disarmante spaccato i cui protagonisti con disinvolta facilità di muovono con un malinteso senso di impunità», spicca, a parere del gip Angela Rosa Nettis, la figura del governatore Marcello Pittella «che detta le sue regole partitocratiche, trasmette i suoi elenchi, le sue liste `verdi´, le sue direttive; non si sente molto nelle intercettazioni perché è accorto, le sue direttive sono sempre mediate, ma nulla si muove senza i suoi diktat, senza il suo suggello». Falso e abuso d'ufficio: sono queste - secondo quanto si è appreso a Matera - le accuse contestate a Pittella. Il "deus ex machina' della "distorsione istituzionale" che si è verificata nella sanità lucana è il presidente della regione Marcello Pittella. Lo scrive il Gip di Matera Angela Rosa Nettis nell'ordinanza d'arresto per il governatore della Basilicata sottolineando che Pittella "non si limita ad espletare la funzione istituzionale formulando gli atti di indirizzo politico per il miglioramento e l'efficienza" della sanità regionale, "ma influenza anche le scelte gestionali" delle Asl "interfacciandosi direttamente con i loro direttori generali" tutti da lui nominati. Le indagini sono cominciate circa un anno e mezzo fa in seguito all'esposto di un dipendente di una ditta fornitrice di servizi che non aveva ricevuto la sua quota di Tfr. Ci sono anche il direttore generale dell'Asl di Bari, Vito Montanaro, e il responsabile dell'anticorruzione della stessa Asl, l'avvocato Luigi Fruscio di Barletta, tra le trenta persone destinatarie di misure cautelari nell'ambito di una indagine della Gdf, coordinata dalla Procura di Matera, su presunti illeciti nella sanità lucana. A quanto si apprende ai due indagati pugliesi, entrambi agli arresti domiciliari, viene contestato un episodio di abuso d'ufficio legato ad un presunto concorso truccato alla Asl di Matera. Nello specifico i concorsi presi sotto esame sarebbero quattro. Tre come Dirigente Amministrativo e uno come Dirigente all'ASL di Matera. In tutti e quattro i vincitori avrebbero avuto le tracce "vincenti" in anticipo rispetto agli altri concorrenti. 

SOLIDARIETA' DELLA GIUNTA REGIONALE: 

La Giunta Regionale della Basilicata, riunitasi oggi a Potenza sotto la presidenza della prof. Flavia Franconi, nell'esprimere solidarietà al governatore Marcello Pittella, si è detta certa che egli, al pari degli altri, riuscirà a dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati, in un clima di piena fiducia nell'operato della Magistratura. La vice presidente Franconi e gli assessori Braia, Castelgrande, Cifarelli e Pietrantuono  continueranno ovviamente a garantire, con tutta la struttura amministrativa, la piena e funzionale operatività dell'Ente, lungo la scia dell'azione politica ed amministrativa improntata alla massima correttezza e trasparenza tracciata dal presidente Pittella, in un momento nel quale si continueranno ad affrontare questioni importanti per la comunità lucana. La giunta, che era stata già convocata per questa mattina, con all'ordine del giorno vari provvedimenti, ha poi provveduto a varare i singoli atti proposti dai diversi Dipartimenti.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione