Il decreto è del 10 gennaio scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sottoscritto dal capo del dipartimento per gli affari territoriali del Ministero dell’Interno, Elisabetta Belgiorno. Il provvedimento è in attuazione al comma 107 dell’art 1 della legge 30 dicembre 2018 numero 145, legge di bilancio 2019 che prevede per i comuni italiani un investimento totale di euro 3.560.000,00. Per i comuni lucani con popolazione fino a 20.000 abitanti lo stanziamento è di ben 349 milioni di euro. Piccole risorse per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l'anno 2019. “A condizione che gli stessi non siano già integralmente finanziati da altri soggetti e che siano aggiuntivi rispetto a quelli da avviare nella prima annualità dei programmi triennali di cui all'articolo 21 del codice dei contratti pubblici”, recita il successivo comma108 dello stesso articolo1 della L. 145 del 2018. Le somme assegnate variano per fasce di popolazione: 100.000,00 euro agli enti fino a 20 mila abitanti, 70.000,00 euro ai Comuni sino a 10 mila abitanti, 50.000,00 euro per quelli fino a 5 mila abitanti e, infine, 40.000,00 euro per ogni ente fino a 2 mila abitanti. L’obiettivo è di avviare rapidamente piccoli cantieri sul territorio. La parte Sud della Lucania è stata interessata con Lauria, 100.000,00 euro, Senise, Lagonegro, Maratea, Sant’Arcangelo con 70.000,00 euro, Tursi, Francavilla in Sinni, Latronico, Castelluccio Inferiore, Rotonda, Viggianello, con 50.000,00 euro, Chiaromonte Valsinni, Colobraro, Calvera, Carbone, Castelluccio Superiore, Cersosimo, Fardella, Gallicchio, Episcopia, Noepoli, Roccanova, San Costantino Albanese, Terranova del Pollino, San Paolo Albanese, San Severino Lucano 40.000,00 euro. I Comuni hanno l’obbligo di avviare i lavori entro il 15 maggio, con l’erogazione subito del 50 per cento del contributo pena la perdita del contributo. I controlli sulla messa in opera e la realizzazione delle opere saranno effettuati a campione come in accordo tra il Ministero dell’Interno e quello delle Infrastrutture come previsto dal comma 113 dell’art 1 della legge 145/2018.

Oreste Roberto Lanza
 

 


0
0
0
s2sdefault