Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

ASP: Al via la campagna Antinfluenzale Antipneumococcica 2018 - 2019

L’influenza è una malattia respiratoria che può manifestarsi in forme di diversa gravità, che in alcuni casi, possono comportare ricovero in ambiente ospedaliero o addirittura morte. Alcune fasce di popolazione possono essere maggiormente a rischio di gravi complicanze quali polmonite virale o batterica secondaria o peggioramento delle condizioni cliniche preesistenti. Costituisce un notevole problema di Sanità Pubblica poiché, a causa della sua elevata trasmissibilità, colpisce un elevato numero di persone in un ristretto lasso di tempo, determinando quindi costi diretti ed indiretti, soprattutto in ragione delle complicanze ad essa legate. Fermo restando che le forme più severe interessano in genere gli anziani ed i soggetti di qualunque età con condizioni di rischio legate alla presenza di patologie di base, si richiama l’attenzione circa l’importanza di vaccinare oltre ad essi anche gli operatori sanitari a contatto diretto con pazienti a più alto rischio di acquisizione/trasmissione dell’infezione influenzale. Si ricorda inoltre l’importanza della vaccinazione nelle donne nel 2° e 3° trimestre di gravidanza ritenute il più importante dei gruppi a rischio per sé stesse e per il feto, nonché nei donatori di sangue da quest’anno inseriti nella tabella 1 della Circolare Ministeriale 2018-2019. Pertanto, la vaccinazione ritenuta la forma più efficace di prevenzione dell’influenza, verrà condotta sull’intero territorio della ASP a partire dal 12.11.2018 coi seguenti obiettivi: riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte; riduzione del rischio di trasmissione a soggetti ad alto rischio di complicanze ed ospedalizzazioni; riduzione dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità.

L’OMS ha indicato nella riunione annuale svoltasi a Ginevra il 22.febbraio 2018 la composizione   del vaccino per l’emisfero settentrionale nella stagione 2018-2019, sulla base degli isolamenti dei virus che hanno circolato nell’ultima stagione influenzale, sia la seguente: antigene analogo al ceppo A/Michigan/45/2015 (H1N1) pdm09; antigene analogo al ceppo A/Singapore/INFIMH-16-0019/2016 (H3N2); antigene analogo al ceppo B/Colorado/06//2017(lineaggio B/Victoria); antigene analogo al ceppo B/Phuket/3073/2013-like (lineaggio B/Yamagata).  Nel caso di vaccini trivalenti, l’OMS raccomanda, per il virus dell’influenza B, l’inserimento dell’antigene analogo al ceppo B/Colorado/06/2017(lineaggio B/Victoria) Il vaccino per la stagione 2018/2019 conterrà pertanto una nuova variante antigenica di sottotipo H3N2 (A/Singapore/INFIMH-16-0019/2016 (H3N2)) che sostituisce il ceppo A/Hong Kong/4801/2014 ed una nuova variante dell’antigenico di tipo B, (B/Colorado/06//2017), che sostituirà il ceppo B/Brisbane/60/2008.

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione