logo bn ultimo

 

Il vaccino ha contribuito all’inizio del 2019 a diminuire le carenze di sangue anche in Basilicata

Anche quest’anno torna la possibilità per i donatori di sangue di vaccinarsi gratuitamente contro l’influenza. Lo ricorda Avis Basilicata alla vigilia dell’avvio ufficiale della campagna vaccinale. Proprio questa possibilità ha contribuito all’inizio del 2019 a diminuire anche nella nostra regione le carenze di sangue piuttosto comuni nel periodo del picco invernale. “Fa piacere che anche quest’anno – spiega il presidente di Avis Basilicata, Sara De Feudis – le vaccinazioni antinfluenzali per i donatori si possano ripetere. I risultati dello scorso anno, anche in Basilicata, sono stati incoraggianti e siamo certi che anche quest’anno saranno più che buoni.

E’ risaputo che i mesi invernali sono i più ‘critici’ per via del picco influenzale in quanto contraddistinti da un forte calo delle donazioni e delle scorte degli emocomponenti che richiede l'attivazione del sistema di compensazione a livello regionale e nazionale. La possibilità di vaccinarsi offerta gratuitamente data ai donatori periodici – continua la De Feudis – rappresenta una importantissima e attesa opportunità che, siamo certi, contribuirà infatti ad arginare la carenza di sangue che si verifica all’inizio di ogni anno”. A livello nazionale, confrontando i dati della stagione 2017-2018 e di quella 2018-2019, quella precedente a quando il vaccino veniva offerto gratuitamente, il Centro Nazionale Sangue aveva evidenziato un chiaro aumento della disponibilità di sangue nella bacheca Sistra, che regola le compensazioni interregionali. Nelle settimane precedenti e successive al picco 2017-2018 infatti le regioni hanno messo a disposizione meno di mille unità, con un minimo di 340 sacche disponibili la settimana dopo il picco. L’anno successivo invece la disponibilità non è mai scesa sotto le 5mila unità. “Per qualsiasi informazione - conclude la De Feudis - invito i donatori a mettersi in contatto con la propria sede Avis o il centro trasfusionale”.

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor