logo bn ultimo

 

L’episodio filmato e postato su Fb. Interviene Leone: punizione severa, hanno dimenticato la loro missione

Un anziano signore, novantenne, si avvicina al portone della guardia medica di Matera Villalongo per chiedere una prescrizione in quanto il suo medico è fuori città. Ad accoglierlo dall’altra parte, però, trova due operatrici sanitarie, evidentemente due medici, che lo redarguiscono in malo modo. Prima in maniera sgarbata una di loro gli chiede di mettere la mascherina, che comunque l’anziano aveva abbassato per parlare con lei, poi alla sua richiesta di avere una prescrizione si sente rispondere con lo stesso tono insofferente e sgarbato che deve tornare l’indomani dal proprio medico per farsi prescrivere i farmaci perché noi, spiega la dottoressa di turno “non possiamo fare i sostituti dei medici curanti”.
L’anziano signore comincia a implorare la sua ricetta per i farmaci fino ad arrivare alle lacrime, e lo si sente biascicare in dialetto: “sono solo come devo fare, ho 90 anni vado in giro per le medicine”. Ma la dottoressa imperterrita risponde secco: “vada a denunciare all’Asl”. Proprio non ne vuol sapere e si allontana perché non tocca a lei curare quel paziente perché è arrivato all’ora sbagliata e nel posto sbagliato.

La disperazione dell’anziano signore si legge nella sua richiesta implorante e il tutto si sblocca solo quando una delle due, in seguito all'intervento di uno dei presenti, si prende le ricette. Ma la frittata ormai è fatta. Il giovane intervenuto a difesa dell'anziano, alle sue spalle, ha filmato tutto e, avvicinandosi, chiede più umanità per quell’anziano che chiede solo le sue medicine.
Dopo un breve diverbio fra la dottoressa e il giovane, e probabilmente sotto la minaccia indiretta del video, l’anziano signore viene fatto entrare per ottenere quello che è un suo diritto sacrosanto: una semplice ricetta medica.
Al di là delle ragioni e dei torti che si possono accampare in questa vicenda il video postato su Fb da Ayoub Qouchairi spezza il cuore, perché quell’anziano signore, solo e bisognoso di cure, potrebbe essere il nonno di ognuno di noi, e il tutto lascia sbigottiti se si pensa a quanti medici hanno rischiato la propria vita nelle terapie intensive nei giorni infernali del Covid-19 per salvare anche una sola vita dalla morte.

Sulla vicenda è intervenuto subito l’assessore regionale alla sanità Rocco Leone. “In merito allo spiacevole episodio successo alla guardia medica di Villalongo a Matera -ha scritto Leone sul suo profilo Fb- dove un nonnino viene maltrattato da due medici che hanno probabilmente dimenticato la mission di tale professione, mi impegnerò affinché questi soggetti abbiano la punizione più severa possibile. Chiedo anche l’intervento dell’Ordine dei Medici per stigmatizzare e punire questi comportamenti che niente hanno a che fare con la nostra deontologia.”
Speriamo che qualcuno intervenga per far luce in questa vicenda e restituire ai cittadini, specie ai più soli e deboli come gli anziani, la tranquillità di sentirsi accolti almeno quando si recano dal medico per farsi curare.

 

Francesco Addolorato

anziano maltrattato post facebook

GUARDIA MEDICA DI MATERA (VILLALONGO) ero li ad aspettare perché necessitavo di un controllo.. Davanti a me c'era...

Pubblicato da Ayoub Qouchairi Mercoledì 19 agosto 2020


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor