Il presidente CIP Basilicata Saracino: percorso ancora lungo per un paese equo e solidale

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico C.R. Basilicata, Michele Saracino, ci ricorda che il 03 Dicembre è la Giornata Internazionale delle persone con Disabilità, istituita nel 1981, Anno Internazionale delle Persone Disabili.
Con lo scopo di promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza.
Dal luglio del 1993, il 3 dicembre è diventata anche la Giornata Europea delle Persone con Disabilità, come voluto dalla Commissione Europea, in accordo con le Nazioni Unite.


Infine, nel 2006 venne adottata la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, che ha ulteriormente promosso i loro diritti e il loro benessere, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire loro la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società.
Proprio l’effettiva partecipazione alla vita sociale è alla base dell’esistenza del Comitato Italiano Paralimpico che si pone come mission di promuovere disciplinare regolare e gestire le attività sportive agonistiche ed amatoriali per persone con disabilità sul territorio nazionale, secondo criteri volti ad assicurare il diritto di partecipazione all'attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità.
E anche quest’anno, un anno così particolare, non possiamo che celebrare questa data e cercare di porre ancora più attenzione al mondo della disabilità che è stato duramente colpito dall’emergenza sanitaria. Proprio per questo il tema per questa giornata è “Ricostruire meglio: verso un mondo post COVID-19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile”.
L’auspicio del Presidente Saracino è che le Autorità continuino a favorire sempre più i percorsi di inclusione e integrazione, alle persone disabili, un importante segnale è arrivato pochi giorni fa con l’approvazione di un Decreto Governativo nell’ambito della riforma dello sport, che riconosce pari opportunità agli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari e nei corpi civili dello Stato e rappresenta una notizia straordinaria. “Stiamo vedendo affermare sempre più diritti ma per un paese equo e solidale il percorso è ancora lungo e non bisogna mollare” conclude il Presidente del CIP Basilicata.