Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Chiaromonte festa della Repubblica con il sambuco. Il 2 giugno la XVI edizione della sagra

Sarà un fine settimana all’insegna della tradizione gastronomica. A Chiaromonte, infatti, sabato 2 giugno si rinnova il goloso appuntamento con il sambuco.
La degustazione, in tutte le salse, di questa versatile e delicatissima piantina appartenente alla famiglia delle caprifogliacee, prenderà il via alle ore 19.00 presso il campetto adiacente il plesso scolastico “Santa Lucia” nel quale saranno allestiti stand gastronomici con una miriade di pietanze a base di sambuco. Dalla pasta alle torte passando per le frittelle, i formaggi ed i liquori.  
Per il sedicesimo anno consecutivo la “Giornata del sambuco”, unica nel panorama regionale e, per certi versi, anche nazionale, è promossa dall’amministrazione comunale del piccolo borgo sinnico, di concerto con l’associazione cultuale “Amici del sambuco Pasquale Battista” presieduta da Vincenzo De Santo e la Proloco “ Le Torri” guidata da Vincenzo De Salvo.
“Chiaromonte si distingue per alcune peculiarità quali le cantine scavate nella roccia, la venerazione di Sant’Uopo ed il sambuco- spiega Nicola Carlomagno, consigliere comunale delegato alla Proloco- i cui fiori li abbiamo da sempre consumati nelle tipiche frittelle. Ultimamente pero, grazie all’associazione ne abbiamo apprezzato e valorizzato i numerosi impieghi e le proprietà”.   
La versatilità del sambuco, infatti, non si limita all’impiego prettamente culinario. Con il legno si fabbricano strumenti musicali a fiato, mentre quello delle radici si utilizza per gli stetoscopi. Il midollo, invece, è adoperato per includere le particelle di organi da sezionare per studiarle al microscopio. Poi ci sono le bacche le quali servono per tingere le fibre naturali nelle varie tonalità del viola, ed infine i fiori i quali servono anche come componenti aromatici in liquoreria per la preparazione di gradevoli tisane contro il raffreddore, l’influenza, la tosse, l’asma ed i reumatismi. Una volta maturi possono essere utilizzati per la loro azione diuretica, diaforetica e antinevralgica.
 

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione