Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Latronico il Cece ribelle: tradizione e innovazione di un legume lungimirante

 

“Cece ribelle: tradizione e innovazione di un legume lungimirante” Seminario che si terra a Latronico domenica 9 settembre, con inizio previsto alle ore 18,00 in piazza Umberto I. Organizzato dall’amministrazione comunale del borgo sinnico, fortemente voluto dall’assessore al Bilancio e Finanze, Turismo e Spettacoli, Attività Produttive, Rosita La Banca. Prima volta del cece di Latronico, prodotto tipico di questo territorio con anni di storia. Legato in particolare al fenomeno del brigantaggio da qui il nome del seminario. “Dai racconti degli anziani del paese – sottolinea l’assessore Rosita La Banca -è emerso che già in epoca pre-unitaria esistevano nel territorio dell’area sud della Basilicata campi coltivati di ceci, che venivano utilizzati dai Briganti nascosti sulle montagne per ricavarne farina, macinata in un mulino che sorgeva lungo l’argine del fiume, utilizzata per il pane e la pasta fatti in casa. È nato così un progetto, che ha l’obiettivo di far conoscere questo prodotto tipico e sensibilizzare i giovani all’importanza dell’agricoltura, mettendo in relazione conoscenze e tradizioni eno-gastronomiche” Un progetto che pare abbia suscitato molto interesse da parte di varie categorie imprenditoriali e non solo. “Certo.È stato accolto con entusiasmo – precisa Rosita La Banca - da imprenditori agricoli, casalinghe e pensionati, i veri custodi del cece. Un progetto che ha previsto la realizzazione, in via sperimentale, di undici campi coltivati a legume autoctono, grazie al recupero dell’antico seme conservato nella banca dati dell’Alsia”. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Latronico, Fausto De Maria e l’Assessore Rosita La Banca che aprirà i lavori gli approfondimenti al tema saranno di Domenico Cerbino, il responsabile dell’Alsia Pollino, Cristina De Luca, Biologa e nutrizionista, il Presidente della Comunità del cibo della biodiversità – area sud della Basilicata, Annibale Formica, Franco Muscolino Presidente del Gal “la cittadella del sapere”, del Presidente regionale dell’Agia Rudy Marranchelli, della Presidente del Consiglio Comunale di Latronico Egidia Gioia, del direttore dell’Alsia Basilicata Domenico Romaniello e l’Assessore regionale all’agricoltura Luca Braia. L’appuntamento sarà moderato dal giornalista Fabio Falabella. Alle 19:30 apertura degli stand con i prodotti tipici, a cura dei “Custodi del cece di Latronico”. Alle 20:00 in programma il laboratorio “Mani in pasta”, che sarà coordinato da famosi chef locali. Alle ore 21:00, infine, una degustazione di pasta fatta in casa a base di ceci guarnita con una ricetta dell’antica tradizione culinaria popolare. Alle 22:00, concerto degli “Mbrascatu”, un gruppo indie rock proveniente da Portland, nell’Oregon, Stati Uniti.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione