Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Parla Donato Ciociola, l’ideatore di Cinecibo: sarà ancora una volta un successo

Laureato in Scienze politiche, giornalista pubblicista, ha iniziato come cronista in quotidiani e periodici. La sua attività si concentra soprattutto nel campo della comunicazione di impresa. È titolare della DOCOM Comunicazione e organizzazione di eventi. Impegnato in importanti progetti nel campo della editoria e come imprenditore librario. È stato infatti uno dei fautori della nascita e del consolidamento del Francising “Librerie Mondadori S.p.a.” aprendo ben 5 punti vendita: Caserta, Teverola, Napoli, stazione Mergellina, Napoli stazione Campi Flegrei, Battipaglia. Non tanto recentemente si è occupato anche di progetti di comunicazione nel mondo dello spettacolo. Da Casa Sanremo, all’organizzazione di eventi collaterali, alle riprese del film Benvenuti al Nord, a eventi estivi, incontri con attori e scrittori, per il Comune di Castellabate. Donato Ciociola, salernitano di Battipaglia, a febbraio prossimo nel club dei cinquantenni, è l’ideatore del Festival Cine cibo e dal 2011 ne è organizzatore e direttore artistico.
Un’idea innovativa in questo settore strategico. “Diciamo che l’idea mi è venuta tra il 2009 e il 2010 – precisa subito Donato Ciociola, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – in occasioni dei tanti eventi enogastronomiche che andavo organizzando. In particolare quello del Salone internazionale della mozzarella di bufala che ho organizzato per circa dieci anni a Paestum nei templi. Insieme si sono condensate tanti altri aspetti, l’esperienza nel settore delle comunicazioni per le imprese e in ultimo la conoscenza di un attore di Battipaglia, Nicola Cunzio, che in quel periodo lavorava con l’attore Michele Placido di cui poi divenne grande amico. Fu proprio Cunzio che mi chiese di darle una mano come addetto stampa in questo progetto. Poi conobbi direttamente Placido a Venezia nel 2010 e gli parlai di poter abbinare in un festival la parte cinematografica e quella gastronomica. Un festival del cinema abbinato alla valorizzazione della gastronomia del territorio. Nel 2011 partimmo con questo progetto con la prima edizione proprio a Paestum con Michele Placido Presidente”.
Dal 2011 a oggi sono state programmate ben cinque edizioni in Campania e due in Lucania. L’edizione 2017 si è tenuta a San Severino Lucano, ospite d’onore, Alessandro Siani. La sensazione è che la Lucania è diventata trainante per questi importanti eventi. “Ma in Lucania – sottolinea Ciociola –c’è una grossa attenzione verso la consapevolezza che il cinema ha fatto e può fare per la valorizzazione del territorio. Nel senso che , per dire, a partire dall’evento cinematografico materano di The Passioni  scritto e diretto da Mel Gibson del 2004,con un casting internazionale, Matera viene posta all’attenzione internazionale. Probabilmente anche questa azione cinematografica ha contribuito a che Matera diventasse la capitale mondiale della cultura nel 2019. Insomma i Lucani paiono essere diventati consapevoli delle proprie risorse e insieme di farle conoscere. Quando ti muovi con le produzioni cinematografiche si muove anche la gastronomia territoriale”.
Mettendo insieme il cinema e la gastronomia con un’accurata sinergia con il territorio lucano sono nate due edizioni lucane. “Quest’anno Latronico- aggiunge Ciociola – è una location diversa, conosciuta, più fruibile con la presenza di strutture migliori e possibilità di arrivare facilmente. Vi è stato poco tempo, rispetto a San Severino, nella programmazione ma siamo convinti di massimizzare il risultato”. L’anno scorso le presenze furono intorno alle 5 mila e più. Quest’anno si prevede un afflusso maggiore. La testa pare già rivolta all’edizione 2019 che si ripeterà in Lucania. “Certo – conclude Ciociola – mi piacerebbe che fossimo a Matera a festeggiare la capitale mondiale della cultura”. Un desiderio nulla di più.


Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione