Parte il Viaggio in Basilicata. Sulle orme del Grand Tour e dei grandi viaggiatori

http://www.basilicatanotizie.net/images/2019/viaggio_in_basilicata.jpg

 

Primo incontro con Giuseppe Lupo. Arte: mostra di Nino Oriolo e lettura dell’affresco cinquecentesco

Scoprire la Basilicata con gli occhi avidi di conoscenza dei grandi viaggiatori del ‘700 e dell’800 è lo scopo del progetto Viaggio in Basilicata, che avrà come fulcro una rivista che avrà proprio questa testata, ma che si svilupperà in una serie di iniziative culturali per le quali il modello di approccio sarà quello del Grand Tour.
A cavallo fra i due secoli molti rampolli delle più nobili famiglie europee visitarono l’Italia per un viaggio di istruzione e conoscenza, studiando e approfondendo le grandi vestigia della Magna Grecia ma anche i costumi, gli usi e la condizione delle popolazioni del Sud.
Tra l’aprile e il dicembre del 1778 un gruppo di visitatori francesi guidati da Dominique Vivant Denon, uomo d’affari al servizio del conte di Clermont d’Amboise e ambasciatore presso Ferdinando IV, visitarono la Campania, la Puglia, la Basilicata, la Calabria e la Sicilia. Di questo viaggio rimasero diari e preziosi incisioni.
La sete di conoscenza, il desiderio di scoprire luoghi e monumenti che parlano di grandi civiltà e di momenti epici della storia dell’Europa, fu il filo conduttore dei grandi viaggiatori di allora, ma rimane ancora oggi l’approccio migliore da consegnare al visitatore contemporaneo per un viaggio che unisca alla conoscenza anche l’esperienza e la sensazione di immergersi nella storia, nell’arte e nella natura dei paesaggi.


Il viaggio è sempre stato centrale nell’esperienza di vita dell’uomo e i mille significati e le tante simbologie che lo hanno accompagnato nel corso dei secoli dimostra il fascino e l’insostituibile ricchezza che nasconde, elementi che ne hanno fatto il paradigma della vita stessa e del suo fluire, fra gioie e difficoltà, e fra dinamismo e voglia di fermarsi per ritrovare se stessi. Il viaggio letterario, il viaggio sentimentale, il viaggio naturalistico e quello alla scoperta dell’arte e dei sapori. Tutto ruota attorno a questa esperienza che è insita nella natura umana e ne costituisce il grimaldello per scardinare l’abulia che spesso fa chiudere in se stessi.
Partendo da queste considerazioni ha inizio un Viaggio nuovo in Basilicata. Domenica 4 agosto segnerà la prima tappa di questo “Taccuino di viaggio” con l’evento culturale che si svolgerà nel Chiostro del Complesso San Francesco a Senise, a partire dalle ore 19.00, organizzato dalla associazioni Lucanicom e A castagna ra critica, dalla Pro Loco Senise e dalla testata on line baslicatanotizie.net.

locandina viaggio

Passando attraverso i libri di un autore lucano di grande prestigio come Giuseppe Lupo, insieme al quale si ripercorreranno le vie della letteratura e della sua produzione narrativa, si viaggerà attraverso le opere di Nino Oriolo, artista figlio della Magna Grecia, che tra i “Vicoli dell’anima” dei luoghi della Basilicata ci porterà nel suo “Viaggio parallelo” con la mostra di alcune sue prestigiose opere. Si andrà indietro nel tempo con l’immersione nell’affresco Eva nel giardino dell’Eden e del Cristo in pietà, opere cinquecentesche conservate nel chiostro dell’ex Convento San Francesco di Senise, dove si svolgerà la manifestazione culturale. Infine il viaggio nella tradizione gastronomica di Senise con una degustazione di prodotti tipici a base del famigerato Peperone, che avrà come protagonisti i ragazzi autistici dell’associazione Anffas Onlus Policoro, guidati dagli operatori dell’associazione Lucanicom, che presenteranno il progetto PeperonAut, che consiste nella realizzazione di laboratori gastronomici inclusivi con proiezione lavorativa, puntando proprio sulla valorizzazione del peperone.

Francesco Addolorato


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor