La manifestazione giunta alla 19esima edizione si svolgerà in modalità ridotta e diversa rispetto agli altri anni

Sarà un’estate particolare anche nei giorni che, a Senise, sono ormai da quasi vent’anni dedicati alla valorizzazione dell’antico borgo e del Peperone Igp. ‘U strittul ru zafaran”, giunto alla 19esima edizione, si svolgerà ma con una modalità ridotta e diversa rispetto agli altri anni. “Non potevamo pensare di organizzare l’evento con le stesse modalità di sempre - spiega Giulia Cirigliano presidente dell’Assa, l’associazione che promuove l’evento- perché forse la prima caratteristica di questa iniziativa è la partecipazione di migliaia di persone, soprattutto nella serata conclusiva dell’11 agosto. Non possiamo e non vogliamo dimenticare i sacrifici richiesti a milioni di italiani in questi mesi a causa dell’emergenza Covid e un pensiero è rivolto alle vittime, ai loro familiari, agli operatori sanitari, alle forze dell’ordine e a tutti coloro i quali si sono prodigati per onorare, con il proprio lavoro, la ripartenza del sistema Italia”.

Quella del 2020 sarà una edizione a metà tra una riflessione su quanto fatto finora e uno slancio verso prospettive future. “E anzi- continua Cirigliano- cogliamo l’occasione di questa non consueta tappa per promuovere anche una valutazione sul futuro del nostra paese nell’ottica della valorizzazione delle nostre risorse”. Partner ormai consolidato dell’evento è il Consorzio di Tutela del Peperone Igp di Senise, con il patrocinio del Comune di Senise. Le attività previste si concentreranno tutte in quella che era tradizionalmente la giornata finale: 11 agosto. In un evento per forza di cose chiuso al grande pubblico ma rigorosamente veicolato attraverso la rete, anche in diretta streaming, sarà realizzato un laboratorio dedicato all’antica ”arte” della realizzazione delle collane (le tipiche ‘serte’) , che già nella precedente edizione aveva riscosso un grande successo.

A seguire si svolgerà in modalità completamente nuova la Gara della ‘nserta’, che quest’anno coinvolgerà soprattutto i giovani. Tutto, rigorosamente, negli spazi del Complesso di San Francesco. Contestualmente agli eventi in presenza della serata dell’11 agosto, partirà un coinvolgimento attraverso i social per ”partecipare” anche se solo virtualmente alla 19esima edizione de ‘U strittul ru zafaran”. Chi vorrà potrà realizzare un breve filmato o uno scatto fotografico in compagnia di un piatto a base di peperoni igp con lo slogan “U strittul ru zafaran”. L’associazione Assa, inoltre, invita tutti i cittadini di Senise a decorare, per l’intero mese di agosto, i propri balconi con le tipiche collane così da accogliere chiunque arriverà in paese regalando loro l’atmosfera di ”Senise città del peperone igp”. Per prenotazioni è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o attraverso i social di Assa Senise.