Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

L’Albania all’epoca di Skanderbeg in Italia. Giornata di studio presso l’università di Bari

 

Giornata di studi “Made in Albania”. Lunedì 14 maggio 2018, a partire dalle ore 10, presso il Salone degli Affreschi dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in Piazza Umberto 1°, appuntamento storico- culturale di approfondimento tra due nazioni che hanno sempre vissuto in simbiosi tra di loro. La storia racconta di un regno di Albania già occupato temporaneamente dall'Italia come protettorato durante le fasi finali della prima guerra mondiale. Poi il Trattato di Tirana del 20 luglio 1920 e il successivo trattato di amicizia con gli albanesi del 2 agosto 1920 con cui  l'Italia riconobbe l'indipendenza e la piena sovranità dello Stato albanese e le truppe italiane lasciarono il Paese. Inoltre il trattato sancì il ritiro italiano da Valona, con il mantenimento dell'isolotto di Saseno, a garanzia del controllo militare italiano sul canale di Otranto. Quel testo del patto diceva: “L'Italia si impegna a riconoscere e difendere l'autonomia dell'Albania e si dispone senz'altro, conservando soltanto Saseno, ad abbandonare Valona”.Relazioni, quelle tra Albania e Italia,che negli ultimi anni sono divenute sempre più intense e consistenti e in tale logica gli eventi di portata internazionale aiutano a comprendere l’essenzialità e le motivazioni intrinseche di tali rapporti. Programma intenso e fitto di appuntamenti. La giornata avrà inizio con la proiezione gratuita del film “L’attesa”, del registra Roland Sejko, vincitore del Premio Donatello nel 2013. Un film che è un documentario sull’Albania che parla di come si costruisce, si distrugge e si ricostruisce una religione e prende ispirazione dal libro “Vivi solo per testimoniare” di Zef Pllumi, prodotto dall’ Istituto Luce-Cinecittà. Il documentario descrive il viaggio di Papa Francesco nella terra delle aquile, «per premiare la convivenza pacifica tra le religioni, che in questo Paese è realtà», e per diffondere tale modello multiculturale in tutto il globo.Seguirà un dibattito moderato dal giornalista Manlio Triggiani e animato da Silvio Maselli – Assessore alla cultura del Comune di Bari, dal Prof. Michele Indellicato - Coordinatore Master I livello “Etica della Pace”, Padre Piergiorgio Taneburgo – Missionario a Scutari dei frati cappuccini e Padre Ernesto Santucci – Missionario gesuita in Albania e Scrittore. La giornata proseguirà alle 15,30 con il Concerto, che vedrà esibirsi Mertita RexhaTershana, uno degli artisti più attivi nell’arena musicale albanese, solista con l’orchestra sinfonica albanese della Radio e della Televisione, il Teatro dell’Opera e del Balletto, l’Orchestra Filarmonica dell’Accademia delle Arti, sotto la direzione di direttori albanesi e stranieri, accompagnata dal violoncellista Giuliano De Angelis. I musicisti, eseguiranno un programma ricco, variegato e orecchiabile che va da Piazzolla a Shumann a compositori albanesi. Presenti all’ evento figure autorevoli della cultura, diplomazia e della politica della Repubblica di Albania. Dal Ministro della Cultura della Repubblica di Albania, Mirela Kumbaro, all’Ambasciatore della Repubblica di Albania in Italia, AnilaBitri, il Console Generale della Repubblica di Albania a Bari, Adrian Haskaj, oltre che il padrone di casa, il Rettore Antonio Felice Uricchio con i professori, Antonio Ciuffreda, Vittoria Bosna e Nicola Barbuti che approfondiranno i legami storico culturali tra Italia e Albaniaall’epoca di Skanderbeg,grande condottiero e patriota albanese. Tra le figure più rappresentative del XV secolo, fu principe albanese e re d'Epiro. La giornata si concluderà con il coocking show dello chef Antonio Bufi, che preparerà due piatti della tradizione albanese e pugliese in chiave moderna e la degustazione di vini e piatti tipici della cucina albanese, offerti dall’associazione albanese sommelier.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione