In Basilicata aumenta la percentuale della raccolta differenziata. Nel 2014 si è registrato un aumento del più 5,74circa, passando dal 28,7 al 34,5 con un dato dell’attività di riciclo che vede un aumento del 1,83% passando dal 19,5 al 21, 3. Il dato appare in netto miglioramento ma al momento, non permette alla regione Lucana di entrare tra le otto regioni che hanno raggiunto – con sei anni di anticipo- l’obiettivo che è quello di arrivare per il 2020 al 50% di avvio al riciclo. Infatti con il Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto-Friuli-Venezia Giulia, Sardegna, Marche vi è la new entry Emilia Romagna, ma non la Basilicata. La Lucania al momento appare ancora lontana dall’obiettivo con il 21,35% di rifiuti avviati al riciclo nel 2014.I dati emergono dal quinto rapporto banca dati Anci-Conai su raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti presentato a Roma da Filippo Bernocchi- delegato ad Energia e rifiuti dell’Associazione nazionale comuni italiani. I dati osservati nel loro complesso evidenziano una Italia con diverse velocità. Infatti letti attentamente i dati evidenziano unNord insieme al Centro che raggiunge il 50%effettivo del riciclo perché dotati di impianti più adeguati e un Mezzogiorno che in assenza di provvedimenti straordinari, avrà seri problemi per raggiungere gli obiettivi fissati dalla UE nel 2020. La Basilicata rientra in questo contesto

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.