Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Lagonegro il Forum dei giovani per parlare dei 40 anni della legge 194/78, tra ombre e nuove prospettive

LAGONEGRO - “Tutela sociale della maternità ed interruzione volontaria della gravidanza”. È il titolo della conferenza-dibattito, promossa dal Forum dei Giovani di Lagonegro in collaborazione con il CIF comunale di Lagonegro, che si terra sabato 30 giugno a Lagonegro. Presso la sala consiliare del Comune, alla presenza di esperti e professionisti della materia, si approfondirà un tema ancora caldo nelle coscienze delle singole persone.La "Legge 22 maggio 1978, n.194 - meglio nota come Legge 194, è la legge che ha depenalizzato e disciplinato le modalità di accesso all'aborto. Prima del 1978, l'interruzione volontaria di gravidanza, in qualsiasi sua forma, era considerata dal codice penale italiano un reato (art. 545 e segg. cod. pen. abrogati nel 1978). In particolare: causare l'aborto di una donna non consenziente o consenziente, ma minore di quattordici anni era punito con la reclusione da sette a dodici anni (art. 545); causare l'aborto di una donna consenziente era punito con la reclusione da due a cinque anni, comminati sia all'esecutore dell'aborto, sia alla donna stessa (art. 546):procurarsi l'aborto era invece punito con la reclusione da uno a quattro anni (art. 547), istigare all'aborto, o fornire i mezzi per procedere ad esso era punito con la reclusione da sei mesi a due anni (art. 548).Dopo 40 di vigenza della legge, il Forum dei giovani di Lagonegro, ha ritenuto necessario tornare a discuterne per verificare l’effettiva attuazione e i miglioramenti ricevuti dalla comunità nazionale.“A 40 anni dall’approvazione della Legge si è pensato – ha sottolineato Salvatore Falabella, Presidente del Forum Giovani di Lagonegro- di tornare a discuterne per arrivare ad una corretta e completa applicazione”. Ad arricchire la discussione i contributi degli avvocati Maria Carmela Di Stefano e Ivana Pipponzi e delle dottoresse Maddalena Di Noia, Christiane Russo, Luisa Comitino e Ada Nubile. L’iniziativa, inoltre, è patrocinata dall’Ufficio della Consigliera Regionale di Parità, dall’Ordine degli Assistenti Sociali di Basilicata, dall’Azienda Sanitaria Locale di Potenza e dal Comune di Lagonegro.  

Oreste Roberto Lanza 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione