Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Episcopia ottava edizione del premio Siris, ospite internazionale Clayton Norcross

E sono otto. Lunedi 13 agosto prossimo il Premio Siris, organizzato dall’associazione episcopiota Epicanto, raggiunge il suo ottavo anno di vita.Il decennale è quasi alle porte. Nato nel 2011 come appuntamento culturale destinato a chi si è distinto in vari campi, ma anche a chi vuol conoscere la realtà lucana nei vari ambiti storici, ambientali e gastronomici.Un evento che a dire di molti è riuscito ad accendere una lucefissa su un territorio, quella della valle del Sinni, da sempre oscurato, dimenticato e tante volte emarginato. Storia, cultura come conoscenza del proprio territorio le armi privilegiate di questo premio che da sempre ha riconoscimento nazionali e non solo regionali. L’edizione 2018 si annuncia movimentata vista la presenza di premi e riconoscimenti soprattutto con la presenza di un ospite internazionale. Infatti sarà presente Clayton Norcross, oggi 62 anni, sposato da tre anni con una donna della quale non ha mai rivelato l’identità. Una donna che, va precisato, non fa parte del mondo dello spettacolo. Non ha figli. È molto legato ai suoi genitori, che considera le due persone più importanti della sua vita. Nella serie televisiva famosissima di Beautiful, ha vestito i panni del fratello di Ridge per due anni, dal 1987 al 1989. Successivamente ha deciso di lasciare la produzione CBS per dedicarsi a nuovi progetti lavorativi. L’interprete si divide da tempo tra gli Stati Uniti e l’Italia, paese al quale è molto legato e dove è riuscito a costruirsi delle amicizie e dei rapporti piuttosto stretti. Proprio di recente Calyton è tornato nel Bel paese per girare alcune scene di una nuova produzione italo-americana. Presenti anche i ragazzi di Casa Surace. Una factory e casa di produzione nata del 2015 da un gruppo di amici e coinquilini.Il lavoro di Casa Surace sui video trae ispirazione dal mondo del cinema e del teatro ma anche e soprattutto dai nuovi linguaggi della rete in perenne mutazione, mantenendo però la giusta dose di spontaneità e puro divertimento. Ad oggi Casa Surace ha totalizzato più di 400 milioni di visualizzazioni su Facebook e YouTube ed ha collaborato con i più importanti brand nazionali ed internazionali, sempre più interessati a nuove forme di collaborazione online. Di valore l’ultimo video per l’Università della Basilicata. Poi le premiazioni.Verrà premiata la squadra di calcio locale, insieme con il suo Capo Cannoniere , Corrado Falabella. Gli undici locali quest’anno ha raggiunto il traguardo della promozione in prima categoria. Giovanni Marano, maratoneta, l’imprenditore Giuseppe Irianni per i brillanti e costanti risultati ottenuti nel mondo farmaceutico. Dino Abbatti staoperatore del Tg Basilicata. Riconoscimento anche a Rocco Perna, direttore generale della Ferrero, al materano Raffaele Pentassuglia per aver realizzato un meraviglioso carro edizione 2018 per la festa della Madonna della Bruna. Poi Domenico Cerbino Presidente Alsia e Federico Baldassarri, Comandante del porto di Maratea. La location, piazza San Nicola. Sipario alle 21,00 circa.

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Il Natale che non c’è e la luce della vera stella

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

A giudicare dall’effluvio di messaggi, video e citazioni che diffondono...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione