Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Progetto Cultgenuss, Matera, Vienna e Colonia insieme con il linguaggio comune del cibo

 

Si chiama "Cultgenuss” (sapore e gusto). È un progetto, presentato qualche giorno fa,a Matera presso il Ristorante “Pico al Piano” su cui stanno lavorando insieme la città dei sassi, Colonia e Vienna. “Alimentazione è Dialogo, Dialogo è cultura”. Celebre fiaba dei fratelli Grimm “Hansel e Gretel”. Ad essa si ispireranno i menu dei tre chef internazionali protagonisti degli eventi, il tedesco Jean-Marie Diamine, l’austriaco Julian Reinisch e la materana Enza Leone, e anche i laboratori didattici per gli alunni di età compresa tra i 9 e gli 11 anni, collegati agli eventi e realizzati, per la parte italiana, grazie all’importante collaborazione del Goethe-Institut. L’iniziativa propone una programmazione legata ad una comunicazione europea unita a elementi dell’alta cucina tradizionale, della promozione della cultura e della valorizzazione del territorio delle regioni coinvolte di Germania, Austria e Italia.Un progetto di ampio respiro che ha l’obiettivo di coinvolgere i territori nel solco dell’alimentazione genuina e della cultura della tradizione. Ideatore ed organizzatore del progetto Fausto Castellini, lo scrittore e autore della ““trilogia dell’Alto Materano” Giuseppe Colangelo.L’evento è promosso dall’associazione Fare International e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Matera. Il progetto ha trovato l’adesione della biblioteca civica di Colonia    che ospiterà l’evento inaugurale dell’8 ottobre 2018 della Biblioteca per ragazzi delle lingue del mondo di Vienna. Le due biblioteche cureranno l’organizzazione dei rispettivi laboratori didattici su Hansel e Gretel. Un evento promosso in collaborazione Maestro d’Arte di Bassano del Grappa, Fabiola Scremin del gruppo di lavoro Lampi Creativi, che ha realizzato il piatto europeo in ceramica, simbolo della rassegna. Un pezzo che raffigura l’unione ideale tra le tre città protagoniste e i tre cuochi che le rappresentano. Dopo l’8 ottobre a Colonia, la rassegna continuerà con l’appuntamento di Vienna del 30 gennaio 2019 e si concluderà il 5 giugno 2019 presso la Masseria Fortificata San Francesco a Matera, nell’anno in cui la città dei Sassi sarà capitale europea della cultura. Un appuntamento diverso dal solito dove comunicazione e gastronomia fanno cultura. “Le quattro parole chiave del progetto – sottolinea Fausto Castellini, vero ideatore del progetto -sono alimentazione, comunicazione, dialogo e cultura. L’alimentazione stessa è dialogo, perché la prima forma di comunicazione è quella tra la madre e il bambino e tra il bambino e il suo nutrimento, il latte materno e quindi il cibo. Oggi si parla sempre più della necessità di un’alimentazione equilibrata e consapevole, ma deve essere consapevole anche il dialogo. Questo obiettivo si raggiunge attraverso la conoscenza di quello che mangi, del territorio che lo produce, della tradizione, della sua cultura. Tutte queste cose fanno parte di un dialogo all’interno della società.” Tre Paesi diversi, si incontrano, dialogano e si arricchiscono culturalmente attraverso il linguaggio comune del cibo attraverso un dialogo equilibrato e consapevole.

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Il Natale che non c’è e la luce della vera stella

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

A giudicare dall’effluvio di messaggi, video e citazioni che diffondono...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione