Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Moliterno inaugura una nuova biblioteca sulla storia della Lucania

Inaugurata a Moliterno una nuova Biblioteca sulla Lucania. Ubicata in una palazzina liberty che nei primi 2 piani ospita una raccolta di libri e stampe sulla storia della Lucania che va dal seicento fino al novecento. In particolare nella saletta Pacichelli è presente un gran numero di vedute di paesi lucani dei primi del 700. Al secondo pianola suggestiva sala delle Mappe, la più antica è del 1620, poi quella dei Terremoti che sconvolsero le terre del Vulture nel 1851 e la Val D’Agri nel 1857.Il terzo piano, affacciato su una splendida veduta del paese e dei monti, ospita una rara collezione di libri sul Gran Tour, il magico viaggio culturale e sentimentale che fecero gli intellettuali europei a cavallo tra settecento e ottocento in sud Italia. L’affaccio sull’infinito è dunque garantito dovunque si guardi. Anche questa grande sala è tappezzata di disegni e preziose vedute dei maggiori autori.Una biblioteca, con annesso gabinetto di stampe, è un’attrazione unica nel panorama dell’Italia meridionale ed è un gioiello che si aggiunge ai cinque già presenti a Moliterno. La stampa più antica quella del Magini del 1620. Le vedute più belle quelle di Frederic Bourgeois de Mercey. Le più importanti per la Lucania probabilmente le incisioni del Pacichelli del 1703. I libri più provocatori quelli di Petruccelli della Gattina. Il testo più sorprendente quello sulla rivoluzione in Basilicata nel 1860 di Michele Lacava. E così via. Tante sorprese si susseguono soprattutto all’ultimo piano, dove rubano l’attenzione del cuore e degli occhi i libri illustrati dei viaggiatori europei dell’ottocento.L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del giornalista e scrittore lucano Mario Trufelli, del Presidente del Museo Aiello Moliterno, Gianfranco Aiello e del Sindaco di Moliterno Giuseppe Tancredi. Il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca, Vito de Filippo, invitato per impegni pregressi ha fatto pervenire i suoi saluti manifestando apprezzamento per l’interessante iniziativa. “La vostra biblioteca – ha sottolineato De Filippo- è un’attrazione unica nel panorama dell’Italia meridionale ed è un gioiello che si aggiunge a cinque già presenti a Moliterno. Come appassionato della storia della filosofia di questi secoli, così lontani ma per certi versi tanto fecondi per la comprensione dell’oggi, per via delle idee e nelle intuizioniche viderosorgere, non posso che essere molto lieto di questa occasionedi confronto e di godimento intellettuale”.

Oreste Roberto Lanza

Oreste.lanza@basilicatanotizie,net

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il rogo del clochard, la pira dell’odio e il messaggio di Francesco

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Immagini scioccanti, indignazione, fiaccolate e il classico rituale dei mea...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato