Trovato l’accordo nel PD lucano per le prossime elezioni regionali. Come aveva sancito il voto delle primarie, il candidato presidente sarà Marcello Pittella. Ma…. C’è un “Ma” che fa la differenza, ed è l’accordo che il candidato ha dovuto buttare giù dopo giorni di lunghe e d estenuanti trattative che hanno rischiato di far saltare il piatto. Alla fine la quadra si è trovata ma l’accordo prevede liste pulite e rinnovate. Il che significa che ad essere sacrificati sono molti compagni di viaggio dello stesso Pittella che, in nome del rinnovamento maturato anche nei contatti con Epifani e la direzione nazionale del partito, dovranno cedere il passo. A malincuore, certamente, lo stesso Pittella ha dovuto scendere a patti e sacrificare alcuni consiglieri regionali, ormai tali solo per poco, in nome dell’unità del partito e del “bene della Basilicata”. Uno a uno palla al centro. Folino e Bubbico hanno pareggiato in un sol colpo i conti sia con Pittella che con quanti, con il loro endorsement, avevano permesso la vittoria a sorpresa dell’assessore alle primarie. Ora, però, si attendono i risvolti veri di quello che è stato un accordo sofferto e non privo di conseguenze. Lo spettro dello strappo è stato allontanato ma la guerra, evidentemente, non è del tutto finita. Forse i nuovi focolai si nascondono proprio in quelle prerogative che il candidato governatore del centrosinistra ha voluto tenersi strette. Listino e giunta futura sono gli spazi all’interno dei quali potrà muoversi Pittella per rimediare ai mal di pancia di coloro che ha dovuto lasciare per strada. Ora si pensa, però, alle liste e, in tutta la regione, gli appetiti salgono da parte di sindaci e dirigenti che rispondono alle caratteristiche indicate dall’accordo.
BasilicataNotizie.net

0
0
0
s2sdefault