Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Giornata mondiale della felicità. La ricetta si nasconde nel piatto e nel buon cibo

Il buon cibo può regalare felicità e migliorare l’umore. In occasione della Giornata Mondiale della Felicità, che cade oggi 20 marzo, indetta dall’Onu, sono stati divulgati alcuni studi che collegano felicità e cibo. Nel World Happiness Report, il rapporto delle Nazioni Unite sulla felicità percepita nel mondo, l’Italia è al 47esimo posto, ma decisamente per l’ampia offerta della cucina italiana si può fare di meglio.
Tra i prodotti che danno maggiormente piacere ci sono anche i lattiero caseari, almeno secondo Assolatte. Per l’associazione italiana lattiero casearia formaggi, burro, yogurt e latte sono alimenti che coinvolgono tutti i sensi e regalano veri attimi di soddisfazione. E sono anche ricchi di triptofano.
La “filosofia” di Antonio e Giuliano (giovani ristoratori) gli “strateghi della felicità a tavola”: il rapporto con il cibo non è altro che il rapporto con noi stessi, e con quello che ci circonda e che influisce sulla nostra qualità di vita, sul nostro carattere, sulle nostre emozioni. Non rinunciare al gusto delle cose naturali e all’occasione di convivialità, perché il pasto è soprattutto un’occasione di convivialità, può offrire un motivo in più per cercare di vivere al meglio la celebrazione di oggi. Secondo una massima zen «Se vuoi vivere nutriti di vita»: scegli cibi il più possibile freschi, poco manipolati, cucinati con amore e cotture leggere. Non vedere la tua giornata come l'ago della bilancia di un'eterna dieta: il cibo è nutrimento, passione, capacità di amare e essere amati.
Ma quali sono gli alimenti che, cucinandoli e combinandoli in ricette, generano più felicità? Lo chef Roberto Pontolillo, di Black Pepper Potenza, “tempio del pasto veloce e felice”, tira fuori la sua ricetta: in primis la verdura che porta un bagaglio di vitamine che entrano nel meccanismo di trasformazione del triptofano in serotonina. Ne sono esempio i broccoli, che contengono acido folico,e la lattuga che ha al suo interno il ferro che aiuta a creare globuli rossi e quindi a portare più sangue al cervello generando una sensazione di benessere. Seguono i legumi, come le lenticchie che contengono ferro e forniscono al nostro corpo potassio e fosforo, coinvolti in processi fisiologici importanti. Viene poi il cioccolato che, ricco di triptofano, è un ottimo cibo antidepressivo e un vero e proprio alleato del buon umore. Ovviamente non può mancare la pasta fonte di energia e in particolare di carboidrati e di triptofano, precursore della serotonina, l’ormone che regola l’umore. Chiude la top five il salmone, molto ricco di Omega 3, acidi grassi essenziali che vanno ad agire sulla serotonina e sono preziosi per il funzionamento del cervello. Inoltre è molto ricco di Vitamina D, un vero e proprio antidepressivo naturale che va a regolare gli sbalzi d’umore.
Una dieta sana e con i giusti cibi aiuta dunque a tener lontano la depressione e ad aumentare l’energia. Ecco i nove ingredienti di felicità:
Insalata e spinaci
Il segreto delle verdure in foglia è l’acido folico, che tiene lontano la depressione. Via libera a insalate, spinaci ma anche fagioli e arance: anche questi ultimi sono ricchi della stessa sostanza.
Cioccolato fondente
Chi di voi non ha cercato una barretta di cioccolato nelle giornate più difficili! Scegliete però quello fondente: terrà lontano cattivo umore e stanchezza!
Fibre e cereali
I cereali vengono assorbiti completamente dall’organismo mentre le fibre, rallentando la digestione, assicurano un apporto costante di energia.
Tè e caffè
Sono due bevande stimolanti che, grazie a caffeina e teina, aiutano a tenere alto il livello di attenzione e di concentrazione.
Acqua
Bere tanto è il primo consiglio per star bene: basta anche una disidratazione minima che vi sembrerà subito di essere stanchi e senza energia!
Carboidrati
Un piatto di pasta vi salverà dalla tristezza! I carboidrati sono infatti tra le fonti di energia preferite dal corpo umano. Sono naturalmente da evitare i dolciumi.
Pollo e tacchino
Queste carni sono povere di grassi ma ricche di proteine e di vitamina B12, che aiuta a contrastare insonnia e depressione.
Anacardi, mandorle, nocciole
Oltre ad essere golosissima da sgranocchiare, la frutta secca è ricca di magnesio: questo minerale trasforma in energia i nostri zuccheri
Salmone
Al vapore, crudo o alla griglia: scegliete come lo preferite ma mangiatelo! È infatti uno dei pesci con il più alto livello di omega 3, una sostanza che oltre a tener lontana la depressione aiuta il vostro cuore a star bene.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione