Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

‘Notti in Bianco’, il giallo della tabaccaia di Materdei raccontata da Letizia Vicidomini

“Per esperienza personale maturata in trent’anni di onorata carriera, Andrea sapeva che quando passava così tanto tempo da un avvenimento delittuoso senza che si trovasse almeno la spiegazione, era veramente un brutto segno”. È il pensiero di Andrea Martino, Commissario in pensione da tempo sulle tracce, con l’attuale Michele Loffredo che ha preso il suo posto, del colpevole della morte della tabaccaia di Materdei, Viola Carraturo. Dentro un Sali e Tabacchi, una donna anziana dopo un paio di giorni, viene trovata morta con testa fracassata. Una violenza spropositata, senza prove, né testimoni e neppure una motivazione plausibile.

Questo è la sintesi di un interessante, quanto sorprendente romanzo giallo scritto dalla salernitana Letizia Vicidomini “Notte In Bianco” edito da Homo Scrivens S.r.l. Notti in bianco passate dall’ex commissario Andrea Martino, uomo di esperienza di grandi capacità intuitive e intellettive che continua a pensare a quell’accadimento in quel luogo che per certi versi appare anche strano. Pagine in giallo potremmo dire. In ognuno di essi vi sono momenti, atti e situazioni che incuriosiscono il lettore tanto da farlo viaggiare con leggerezza alla scoperta della verità, soprattutto del colpevole. Qual è il movente vero, perché una donna anziana e in quel luogo. Tanti i personaggi che ruotano intorno a questa macabra faccenda di sangue.

Uomini e donne che al momento si scambiano il ruolo. Da protagonisti diventano comparse e le comparse in un attimo protagonisti soprattutto per le informazioni e i loro atteggiamenti che Martino riesce a raggruppare nel suo archivio mentale. Un giallo in cui si muovono sentimenti fortissimi rappresentati da persone che formano un coro dalla voce chiara e netta. Ci sono pagine in cui nello svolgimento dinamico delle indagini vengono rivelati segreti nascosti e sepolti da anni che soltanto l’occhio attento e puntiglioso di Andrea Martino riesce a portare in superficie.

Sono ben 310 pagine che si lasciano andare nella lettura perché ben scritte e armonizzate nel racconto di fatti e atti che in alcuni momenti appaiono complicati da districare ma che alla fine riescono a dirigere il lettore sul luogo della verità, Già dopo la duecentesima pagine il lettore ha come la sensazione di stare per arrivare alla raccapricciante verità. Ma il giallo non può essere svelato, non può essere raccontato. Si può lasciare una traccia facendo cadere un indizio, trasportando il lettore verso confini di curiosità. Ma nulla di più. Poi si può consigliare di andare in una libreria e cercare Letizia Vicedomini, di Nocera Inferiore e trovare questo libro, questo giallo che ha un gusto meraviglioso perché scritto con stile e passione.


Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione