Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Scanzano Jonico, al via Il 7° trofeo dell’organetto che racconta la vera storia della civiltà contadina lucana

L’appuntamento è a Scanzano Jonico. Il prossimo 26 agosto, in piazza Antonio Gramsci, è in programma il 7° appuntamento della gara interregionale dell’organetto. “Trofeo Città di Scanzano Jonico" Il recupero della eredità e dei valori del passato prende forma attraverso la storia e la cultura dei padri, solo con la comprensione di questa enorme ricchezza si può trasmettere il significato alle generazioni future. Tra le tante, quella dell’organetto è una iniziativa storica che da sempre tiene banco nel territorio della Basilicata. Da Brienza, Ruoti,Atella, Montescaglioso, soprattutto nel territorio del Metapontino, inspecie Scanzano Jonico, questo strumento, chiamato anche fisarmonica diatonica, rappresenta il fulcro importante di tutta la cultura contadina Lucana L’organetto, nasce in Austria nel 1829 ad opera di Cyrill Demian, costruttore di organi e pianoforti a Vienna. Si racconta che fu un pellegrino straniero a portare, nella seconda metà dell’ottocento, la prima armonica alla Madonna di Loreto copiata, poi, da un contadino di Castelfidardo. In dialetto Lucano l’organetto è chiamato “armonica, l’urgaette, l’arionette, u sunette”. Tra queste comunità prettamente agricole lo strumento ha rappresentato, tutt’ora continua ad essere,una vera rivoluzione nel panorama musicale per le sue possibilità melodiche ed armoniche. Le pagine di storia raccontano che i modelli di organetto più utilizzati in Lucania sono quelli a 4, a 8 bassi e a 12 bassi, più rari quelli a 2 bassi con limitate capacità melodiche. Scanzano Jonico tra le tante comunità lucane, pare essere il testimonial della storia di questo storico strumento che negli ultimi anni ha ricevuto diversi riconoscimenti. “La prima edizione dell'evento risale a 7 anni fa– sottolinea il Presidente dell’associazione organizzatrice O.F.M (acronimo di Organetto e Fisarmonica Metapontina) Luigi Di Santo -  grazie alla passione per lo strumento e alla sua bellissima musica. Non esisteva né un'associazione né tantomeno un evento del genere ho deciso di creare il tutto insieme a dei ragazzi più giovani per la promozione dello strumento e della musica folk in genere”. Per l’edizione 2017 i partecipanti da tutte le regioni sono al momento più di 25. Per la Basilicata molti arrivano da Accettura, Policoro, Scanzano e paesi limitrofi. Viste le tante difficolta appaiono tante le aspettative rispetto all’edizione del 2016. “Rispetto alla scorsa edizione – sottolinea Luigi Di Santo-  ci aspettiamo un sempre maggiore numero di ragazzi che si appassionano allo strumento”. Vincitori dell’edizione 2016 sono stati Vincenzo Mattanò di Lungro in provincia di Cosenza   e Michele Graziano di Roccanova in provincia di Potenza.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato